/ NEWS

Gli Studi di Cinecittà ospitano una nuova produzione annunciata da Roberto Cicutto, presidente e ad di Luce Cinecittà, durante il Festival di Cannes. Si tratta di Luna nera la serie tv prodotta da Fandango che verrà programmata da Netflix. Luna nera è tratta da un soggetto di Tiziana Triana, che figura tra le sceneggiatrici insieme a Francesca Manieri (Il miracolo), Laura Paolucci (L’amica geniale). Dietro la macchina da presa si alterneranno tre registe: Francesca Comencini, Susanna Nicchiarelli e Paola Randi.

Ambientata nell’Italia del XVII secolo, Luna nera racconta la storia di una ragazza adolescente che, dopo essere stata accusata di stregoneria, è costretta a fuggire dal suo villaggio con il fratello minore. La protagonista trova rifugio presso un gruppo di donne accusate, anche loro, di praticare magia nera. Qui la giovane dovrà cambiare totalmente il suo modo di vivere e sarà costretta a scegliere tra un amore che pare impossibile e un destino troppo reale, in un mondo costantemente diviso tra ragione e misticismo.

“Il nostro Paese ha una ricchezza di storie, miti e leggende tale da ispirare spesso romanzi, film e anche serie provenienti da tutto il mondo - ha aggiunto presentando il progetto con una nota, Domenico Procacci, CEO di Fandango - Con Luna nera l’ambizione è quella di essere noi a raccontare questo straordinario immaginario narrativo e visivo, cercando di raggiungere un pubblico globale. Netflix è ovviamente il partner ideale per questo progetto. Insieme abbiamo la possibilità di realizzare qualcosa di autentico, spettacolare e molto originale. È l’inizio di una nuova avventura che si preannuncia molto entusiasmante”.

VEDI ANCHE

PRODUZIONE

Ad