/ NEWS

Ecco la risposta di Aïda Belloulid, responsabile dell'ufficio stampa del Festival di Cannes ai presidenti di Sngci e Sncci in merito alla questione delle proiezioni stampa riservate a un ristretto numero di accreditati al festival (vedi news). 

"Cara Laura Delli Colli e caro Franco Montini, Grazie mille per la vostra lettera e per esprimere le vostre preoccupazioni. Comprendiamo la situazione e ne prendiamo atto. Come probabilmente saprete, queste proiezioni del mattino sono inizialmente dedicate in via prioritaria ai media audiovisivi a causa delle scadenze della trasmissione dal vivo. Siamo stati in grado di estendere a un numero molto limitato di posti per quotidiani e agenzie di stampa di livello internazionale, ma sulla base dell'ampia copertura che dedicano a ogni singolo film del concorso su pubblicazioni cartacee. Non siamo stati contattati da altri quotidiani italiani durante il Festival, ma ovviamente rimaniamo a disposizione per discutere dell'argomento con loro - studiando le singole esigenze e cercando di trovare una soluzione che possa accogliere tutti, Grazie per la vostra comprensione, I migliori saluti. Aïda". 

VEDI ANCHE

CANNES 2019

Ad