/ NEWS

Gaspar Noé, controverso regista di Climax, risponde alla decisione della censura di vietare il film ai minori, e lo fa durante una conferenza presso la Fondazione Prada.

“Non mi interessa essere categorizzato come provocatore - dice - Quando faccio un film non penso all’effetto che avrà sullo spettatore e in realtà non credo che i miei film siano scioccanti ma se lo sono non mi dispiace. Quando ero ragazzo, come succede a tutti, più un film aveva il divieto, più mi veniva voglia di vederlo.” Soffermandosi in seguito sulla contemporaneità e sulla censura dei social media, il regista ha affermato: “Credo sia assurdo che si oscuri un simbolo di vita come i capezzoli delle donne… stiamo tornando al Medioevo!”

La distribuzione sta valutando di promuovere un’iniziativa del tutto innovativa. “Non riteniamo che questo film meriti una tale limitazione, non ci sono scene particolarmente scabrose, sicuramente meno di quello che si vede in tante serate in tv. È un grande film e deve essere visto al cinema per la sua qualità visiva e per la potenza della colonna sonora. Ricorreremo in appello ma se il divieto verrà confermato stiamo pensando di regalare il biglietto ai minori che si presentino in sala accompagnati da un genitore. L’operazione si chiamerà “Fatti portare dalla mamma", fanno sapere i distributori  Mial Vision ed Europictures.

VEDI ANCHE

DISTRIBUZIONE

Ad