/ NEWS

È morto l'attore statunitense Rip Torn, interprete di numerosi film di culto e consacrato definitivamente alla fama con Men in Black di Barry Sonnenfeld, dove interpreta l'agente Z al fianco di Will Smith e Tommy Lee Jones. Aveva 88 anni. A dare la notizia è stato il suo agente: la scomparsa è avvenuta ieri pomeriggio nella sua casa di Lakeville, nel Connecticut, con al capezzale la moglie Amy Wright e le figlie Katie Torn e Angelica Page. Era stato candidato al premio Oscar come miglior attore non protagonista per il film La foresta silenziosa nel 1984. Vincitore di un Emmy Award per la sua interpretazione del prodigioso produttore Artie della serie HBO The Larry Sanders Show.

Il suo compagno di set nel film, Will Smith, è stato uno dei primi a ricordare l'attore con un post su Instagram.

Rip Torn ha avuto una lunghissima carriera. Nato a Temple, in Texas, il 6 febbraio 1931 Rip Torn diventa attore grazie alla cugina, l'attrice Sissy Spacek, frequentando l'Actors Studio di Lee Strasberg. Debutta nel 1956 nel film Baby Doll - La bambola viva di Eliza Kazan, lo stesso regista lo rivuole in film come Un volto nella folla. Poi arrivano Buttati Bernardo! di Francis Ford Coppola, Coma profondo di di Michael Crichton e La foresta silenziosa di Martin Ritt. Proprio quest'ultimo film gli fa ottenere la candidatura agli Oscar come migliore attore non protagonista. Si allontana poi per un periodo dal mondo del cinema per passare alla televisione, a causa di una lite molto violenta con lo scrittore e regista Norman Mailer sul set del film Maidstone.

La sua irascibilità, tra l'altro, gli era già costata la perdita dell'ingaggio per il film Easy Rider che portò alla sostituzione di Rip con Jack Nicholson.  

VEDI ANCHE

LUTTI

Ad