/ NEWS

MIA DOC, sezione del MIA Mercato Internazionale Audiovisivo (16-20 ottobre) e GZ DOC, il più prestigioso Festival di documentari della Repubblica Popolare Cinese di cui è segretario Generale Jun Liu, iniziano una partnership a partire dalla prossima edizione di ottobre. La selezione Italians Doc it Better, curata dal team del MIA DOC di cui è responsabile Marco Spagnoli, diventerà, infatti, la base per la preselezione dei titoli italiani presenti in Cina durante il Festival del prossimo dicembre, mentre già adesso un documentario pre selezionato da GZ DOC sarà presentato in anteprima al “DOC Pitching Forum del MIA”. Inoltre, il progetto prevede la condivisione delle strategie creative e produttive dei due paesi rispetto al documentario, genere sempre più interessante per l’industria nazionale e internazionale per vincere le sfide del mercato globale.

Ad ottobre, durante il MIA, una delegazione cinese incontrerà i produttori e i cineasti italiani per illustrare l’interesse cinese nella produzione di documentari. A dicembre, a Guangzhou, una delegazione italiana di produttori e registi incontrerà i colleghi locali.

"L’accordo con Guangzhou ci permette di proseguire verso una collaborazione sempre più ampia con player internazionali, anche nell’ambito dei documentari", commenta Francesco Rutelli, presidente dell’ANICA.

"Questo nuovo accordo conferma la crescita dell’attenzione internazionale sui contenuti audiovisivi italiani ed evidenzia il ruolo del MIA e in questo caso del MIA DOC nel panorama dei mercati audiovisivi", aggiunge Giancarlo Leone, presidente dell’Associazione Produttori Audiovisivi (APA).

"Siamo molto soddisfatti di questo accordo, sviluppato nell’ambito del lavoro che stiamo portando avanti con Mibac e Mise di stretta collaborazione con la Cina volto ad avere prodotti italiani sempre più adatti alle sfide internazionali", commenta Roberto Stabile, responsabile dell’Ufficio per l’internazionalizzazione dell’Anica e del Progetto Cina Mibac-Mise.

"Apprezziamo i documentari ideati da registi e produttori italiani che hanno saputo catturare l'interesse del pubblico cinese. Desideriamo collaborare con le società italiane per coprodurre storie, provenienti dalle due culture, indirizzate al mercato internazionale. Vorremmo anche presentare in Italia i documentari cinesi insieme ai loro talentuosi autori al pubblico e ai nostri colleghi italiani", spiega Jun Liu, segretario generale del Comitato Organizzatore di GZDOC.

"È un grande onore essere stati scelti per collaborare in maniera attiva ed efficace con un Festival tanto importante e prestigioso", conclude Lucia Milazzotto, direttore del MIA MARKET.

VEDI ANCHE

MERCATI

Ad