/ NEWS

Sarà il regista brasiliano Karim Aïnouz il presidente della giuria del progetto 28 Times Cinema, che assegnerà nel corso delle Giornate degli Autori il GdA Director’s Award per il sesto anno consecutivo. Autore che ha familiarità con i più importanti festival europei, Aïnouz è reduce dal successo al Festival di Cannes del suo settimo lungometraggio A Vida Invisível de Eurídice Gusmão (The Invisible Life of Euridice Gusmão), vincitore del premio per il miglior film a Un Certain Regard 2019.

Aïnouz è un regista formatosi in architettura e cinema tra il Brasile e New York. Oggi vive e lavora a Berlino facendo da ponte tra l’ambiente culturale europeo e il Brasile. Con questo spirito e il suo curriculum fatto anche di serie TV (Alice, tredici episodi per HBO America Latina), documentari, corti e installazioni artistiche esposte tra gli Stati Uniti e il Brasile, Aïnouz capitanerà ventotto giovani cinefili, ciascuno proveniente da uno dei ventotto paesi dell’Unione Europea; a loro toccherà scegliere tra gli undici film in concorso quest’anno alle Giornate.

Tutte le riunioni di giuria saranno moderate da Karel Och, direttore del festival di Karlovy Vary, che condurrà le discussioni accompagnando Aïnouz e i suoi giovani colleghi a decretare il vincitore del GdA Director’s Award che riceverà € 20.000 da ripartire tra il/la regista e il distributore internazionale.

VEDI ANCHE

VENEZIA 76

Ad