/ NEWS

A dominare il panorama delle uscite nell'ultimo weekend di agosto (il 28, in coincidenza con l'apertura della Mostra del Cinema di Venezia) sarà uno dei blockbuster più fortunati di Hollywood: Attacco al potere 3 - Angel Has Fallen, voluto, prodotto e interpretato da Gerald Butler che per l'occasione torna a vestire i panni dell'agente speciale Mike Banning, guardia del corpo del Presidente degli Stati Uniti. La distribuzione italiana del film, Lucky Red, in accordo con Universal, si affida a un prodotto solido e ben costruito che, di fatto, conclude la lunga estate cinematografica 2019, la prima in cui si è cercato di invertire la tendenza del "chiuso per ferie".

Nella prima settimana di uscita Usa il film è al top degli incassi americani del weekend con oltre 21 milioni di dollari. Il terzo capitolo della saga arriva a 6 anni dall'originale e a tre dal sequel. L'accoppiata Gerald Butler/Morgan Freeman è piaciuta fin da subito al pubblico, tanto che l'originale spazzò via in poche settimane la concorrenza e guadagnò in fretta il triplo del costo, performance ancora migliorata dal sequel.

Questa volta gli sceneggiatori (Katrin Benedikt, Robert Mark Kamen, Creighton Rothenberger) e il regista al debutto Roman Waugh si sono limitati a rovesciare i termini del gioco: dopo un misterioso e letale attacco di droni sconosciuti che lascia ferito il Presidente, Mike Banning viene accusato di aver attentato alla vita del suo superiore, proprio quando stava per avere la promozione a capo dei servizi di sicurezza. Per Mike,"l'angelo caduto", l'unica possibilità di discolparsi sta nel trovare i veri responsabili (che nell'ombra progettano un colpo di stato) e per ottenere il suo scopo e salvare il Presidente non può che evadere, darsi alla macchia, trovare qualche alleato che lo accompagni in una missione ai confini dell'impossibile. E il partner ideale sarà il suo anziano e barbuto genitore, un Nick Nolte in ottima forma.  

VEDI ANCHE

USCITE

Ad