/ NEWS

VENEZIA - Red carpet bloccato e premiazione a rischio alla Mostra. Mentre dalle 18 si attendono gli invitati alla cerimonia di chiusura, compreso Mick Jagger, tra gli interpreti del film The Burnt Orange Heresy, il tappeto rosso davanti al Palazzo del cinema è stato occupato dal comitato che si batte per tenere le grandi navi fuori dalla Laguna. Circa duecento militanti del Comitato No Grandi Navi — che già venerdì avevano sfilato per le vie del Lido — hanno sfondato all’alba una delle barriere di ingresso all’area della Mostra del Cinema di Venezia e hanno occupato il red carpet . I manifestanti, quasi tutti con le tute bianche di carta che contraddistinguono il movimento, hanno steso sul tappeto rosso striscioni e manifesti con cui hanno coperto i loghi della Mostra, insieme al bandiere e striscioni con la scritta "No Grandi Navi". "Il pianeta sta bruciando", "Giustizia climatica adesso", "Trivelle zero", "Dalla terra dei fuochi ai cambiamenti climatici", "Stop biocidio", "Respect existence or aspect resistence", "Siamo la natura che si difende", "Immigrati - con denaro turisti, senza denaro illegali": questi gli slogan della manifestazione pacifica. "Venite, unitevi a noi sul tappeto rosso - si legge in un post su Facebook - chiediamo che venga dichiarata l'emergenza climatica, che il mondo smetta di girare le spalle di fronte alla catastrofe climatica che incombe!". L'area è presidiata dalle forze dell’ordine ed è stato rafforzata la presenza di polizia e carabinieri nelle vie di accesso.

VEDI ANCHE

VENEZIA 76

Ad