/ NEWS

Addio al collega José Luis de Arcangelo. Se n’è andato all’alba del 5 settembre.Di famiglia italiana ma nato in Argentina, aveva lasciato i suoi e la terra di nascita - dove aveva studiato cinema alla Universidad Nacional de Litoral di Santa Fe - negli anni bui della dittatura, spaventato dal destino riservato a tanti giovani studenti e intellettuali suoi coetanei. Era arrivato in Italia con una borsa di studio a 23 anni, nel 1974, e non l'aveva più lasciata, stabilendosi a Roma, dove nel 1976 era entrato nella redazione di 'Paese Sera': prima si occupò di "tamburini", seguendo la programmazione dei moltissimi cinema e cineclub dell'epoca, e poi iniziando a scrivere recensioni alle spalle di un gigante come Callisto Cosulich, che apprezzava la sua passione cinefila.

Nel 1994, alla chiusura dello storico quotidiano romano, José comincia a collaborare con Vespina Edizioni, scrivendo centinaia di trame per gli inserti dei quotidiani. Dopo varie vicissitudini, era riuscito finalmente a godersi una meritata pensione e aveva lasciato Roma per Cerveteri, ma continuava a frequentare le proiezioni e i festival, come l’amatissima Mostra del nuovo cinema di Pesaro, e a scrivere di cinema (e non solo) per l'Associazione Culturale Clara Maffei, di cui era co-fondatore e altre testate, oltre che sul suo blog personale dearcacinema

Prossimamente è prevista una cerimonia pubblica per ricordare José.

Daniela Catelli ne ha lasciato un commosso ricordo su Coming Soon: https://www.comingsoon.it/cinema/news/addio-al-giornalista-e-critico-jose-luis-de-arcangelo/n94198/https://associazioneclaramaffei.org/2019/09/08/il-nostro-jose-ci-ha-lasciato/

VEDI ANCHE

LUTTI

Ad