/ NEWS

Con Garbo, Greta, apre la Festa, quella del Cinema di Roma, 14ma edizione presieduta da Laura Delli Colli, con la direzione artistica di Antonio Monda e la direzione generale di Francesca Via per Fondazione Cinema per Roma.

Lineamenti sofisticati, fascino misterioso per la prima grande diva del cinema mondiale, Greta Garbo, svedese naturalizzata americana, che dagli anni ’30 ha incantato il cinema del presente di allora e ancora, come confermato dalla selezione dell’immagine della locandina, rapisce e seduce gli sguardi degli spettatori, anche quando, come su una fotografia statica, non recita.

#RomaFF14 ha scelto un’immagine magnetica anche per la composizione della stessa, che “sdoppia” Garbo in una “scia” visiva che ne duplica la presenza, tratta dal film Il bacio (The Kiss) del 1929: Roland Barthes, in Miti d’oggi, dà della divina una lettura affine all’immagine scelta dalla Festa imminente (17-27 ottobre): “Greta Garbo appartiene ancora a quel momento del cinema in cui la sola cattura del viso umano provocava nelle folle il massimo turbamento”, parole a cui fa eco il direttore Monda, per cui la fotografia “celebra il volto e la grandezza della divina Garbo, proprio nel suo primo film sonoro: è un’immagine piena di mistero e sensualità, che ne celebra il fascino irresistibile e senza tempo”.

Credits: Greta Garbo used with permission by Harriet Brown & Co., Inc. All rights reserved. Photo by Donaldson Collection / Moviepix via Getty Images

VEDI ANCHE

ROMA 2019

Ad