/ NEWS

Da venerdì 27 a domenica 29 settembre Asolo ospita la quinta edizione del Festival del Viaggiatore, il primo evento culturale interamente dedicato al viaggio in tutte le accezioni. Ospitato in uno dei borghi più belli d’Italia - “la città dai cento orizzonti”, come la definì Giosuè Carducci - il festival diretto da Emanuela Cananzi veleggia quest’anno nel mare inquieto delle “passioni”, tema portante dell’edizione.

La manifestazione apre luoghi privati e spesso sconosciuti, le dimore storiche appartenute ad alcuni dei suoi più celebri abitanti da Eleonora Duse a Freya Stark, Robert Browning, Antonio Canova e Andrea Palladio. Alle location degli anni scorsi – Casa Duse, Casa Freya Stark, Villa Cipriani, Villa Rubini detta il Galero, Villa Fietta Serena Da Rios, Castello Regina Cornaro - si aggiungeranno quest’anno anche quattro dimore storiche mai aperte prima al pubblico: Villa Contarini degli Armeni, Villa Pergola/Cipressina, La Torricella, la Casa Longobarda.

Ad inaugurare il festival venerdì 27 settembre (ore 21.00) al Teatro Duse l’attrice Kasia Smutniak, tra le interpreti più amate del cinema italiano. A dialogare con lei la giornalista Candida Morvillo.

Nell’ambito della kermesse anche l’assegnazione del Premio Segafredo Zanetti città di Asolo “Un libro un film”, primo riconoscimento nazionale dedicato alla narrativa per il cinema che sarà assegnato al libro ritenuto dalla giuria il più idoneo a diventare un’opera cinematografica. La serata di proclamazione del Premio, fissata per sabato 28 alle 20.30 al Teatro Duse, sarà condotta da Maria Concetta Mattei trai volti più noti del TG2. Madrina della serata ancora una volta l’attrice Kasia Smutniak, chiamata a premiare il vincitore 2019.

Info e programma su www.festivaldelviaggiatore.com

VEDI ANCHE

RASSEGNE

Ad