/ NEWS

LIONE - L’undicesima edizione del Festival Lumière a Lione fino al 20 ottobre propone 179 film, tra classici restaurati e anteprime, proiettati in una sessantina di sale della metropoli francese e dei comuni limitrofi. A Francis Ford Coppola viene assegnato il Prix Lumière, un premio istituito dieci anni fa dagli organizzatori dell’Institut Lumière presieduto da Bertrand Tavernier e diretto da Thierry Frémaux. Marco Bellocchio introduce una selezione dei propri film in concomitanza con la première francese de Il traditore. Quattro film anni ‘70 compongono l’omaggio a Lina Wertmüller. Donald Sutherland presenta alcuni dei suoi film più famosi, tra i quali la riedizione del Casanova di Federico Fellini in uscita nelle sale francesi distribuito da Carlotta Films. Il restauro di Ladri di biciclette di Vittorio De Sica viene presentato da Gian Luca Farinelli direttore della Cineteca di Bologna.

Tra gli altri ospiti illustri della rassegna segnaliamo Ken Loach (Prix Lumière 2012), Bong Joon Ho, Marina Vlady, Frances Mc Dormand, Daniel Auteuil, Gael García Bernal, Martin Scorsese (Prix Lumière 2015). La settima edizione del Marché International du Film Classique ospita incontri e dibattiti tra produttori, archivisti, tecnici e distributori di opere del patrimonio mondiale. Una giornata speciale viene dedicata agli editori internazionali di DVD. Alla manifestazione lionese sono previsti circa 200.000 spettatori.

VEDI ANCHE

FESTIVAL

Ad