/ NEWS

Addio a Omero Antonutti, attore, doppiatore e interprete di tanti film a cominciare da Padre padrone dei fratelli Taviani nel ruolo del padre di Gavino Ledda. L'ultima sua apparizione è in Hammamet di Gianni Amelio, al momento in post produzione. Nato a a Basiliano, Friuli Venezia Giulia, nel 1935, si è spento il 5 novembre in ospedale a Udine dove era ricoverato per le complicanze di un tumore che lo aveva colpito da tempo, al suo fianco la moglie. Noto al grande pubblico soprattutto per la sua attività di doppiatore, ha negli anni prestato la sua voce a importanti interpreti internazionali (tra i quali C. Lee , M. Parks, J. Hurt, O. Sharif). Voce narrante in film come La vita è bella (1997),Il mestiere delle armi (2001), La legge degli spazi bianchi, presentato quest'anno alla Mostra di Venezia alle Giornate degli autori.

Esordì nel cinema nel 1966 con una piccola prt e in Le piacevoli notti con Vittorio Gassman, Gina Lollobrigida e Ugo Tognazzi. Tra le sue interpretazioni: Padre padrone (1977); La notte di S.Lorenzo (1982); Kaos (1984); Good Morning Babilonia (1987); Tu ridi (1998); tutti dei fratelli Taviani. L'attività di Antonutti fin dagli anni '70 proseguì alternando cinema e teatro con continuità: tra i film più intensi interpretati nel cinema si ricordano Farinelli - Voce regina di Gérard Corbiau, Un eroe borghese di Michele Placido, I banchieri di Dio - Il caso Calvi di Giuseppe Ferrara. Tra le produzioni recenti, la serie televisiva Sacco & Vanzetti, N (Io e Napoleone), La ragazza del lago e, nel 2008, Miracolo a Sant'Anna.

“La grande famiglia del cinema italiano – dichiara il Ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo, Dario Franceschini - perde Omero Antonutti, un grande interprete, attore e doppiatore che ha lavorato con alcuni dei maggiori registi della nostra cinematografia. Proprio pochi giorni fa Rai Storia ha riproposto la versione restaurata di Padre padrone, pellicola dei fratelli Taviani che lanciò questo artista eclettico sul grande schermo nel ruolo del dispotico Elfisio Ledda. Oggi ne piangiamo la scomparsa”.

Vedi intervista ad Omero Antonutti (Archivio Luce)

 

VEDI ANCHE

LUTTI

Ad