/ NEWS

La Rete degli Spettatori, dopo varie proiezioni e incontri in tutta Italia, approda nei cinema della provincia laziale e a Grosseto sempre con l'obiettivo di "promuovere film italiani di qualità poco o male distribuiti, organizzare incontri con autori e pubblico nelle sale, formare il pubblico partendo dalle scuole e sostenere la comunicazione attraverso nuovi canali e piattaforme".

A tutto schermo offre al pubblico la possibilità di vedere quei titoli distribuiti in modo inadeguato rispetto al loro valore, dando agli spettatori una seconda chance, facendo vedere loro opere che non hanno potuto vedere e creare così un dibattito culturale nelle sale, nelle biblioteche e nelle associazioni che aderiscono, e soprattutto sui social network che possono essere dei luoghi di cultura, nonostante si pensi il contrario.

“Ogni volta che uno spettatore perde l’occasione di conoscere un film diverso per linguaggio o tematica - dichiara Valerio Jalongo (presidente della Rete degli spettatori) - è una perdita immensa, perché quello spettatore non svilupperà il gusto e la curiosità di cercare certi film, né al cinema né su altre piattaforme. Non è in gioco solo il destino della singola opera di qualità, ma l’evoluzione dello sguardo e della testa dello spettatore”.

Per questo è stato pensato il Premio allo spettatore, per coinvolgere il pubblico nel dibattito culturale, permettendogli di condividere le proprie opinioni e vincere premi come accrediti ai maggiori festival italiani o libri di cinema: l’edizione 2019 del premio sarà rivolta a tutti coloro che hanno visto i film della selezione (non solo nelle proiezioni organizzate dalla Rete) e si potrà partecipare al concorso tramite le piattaforme social, per creare davvero una rete degli spettatori, pensata per migliorare la qualità della visione e della riflessione sui film.

Il programma a questo link

VEDI ANCHE

DISTRIBUZIONE

Ad