/ NEWS

La favorita trionfa agli European Film Awards con otto premi. Gli oltre 3.600 membri della Academy l'hanno votato come miglior film, miglior commedia, miglior regista (Yorgos Lanthimos), miglior attrice (Olivia Colman), direttore della fotografia (Robbie Ryan), montatore (Yorgos Mavropsaridis), costumista (Sandy Powell), acconciatore e truccatore (Nadia Stacey). Delusione per Il traditore di Marco Bellocchio, che vantava quattro candidature e per i documentari Selfie di Agostino Ferrente e La scomparsa di mia madre di Beniamino Barrese. Miglior documentario è risultato For Sama di Waad al-Kateab e Edward Watts. Miglior attore è Antonio Banderas in Dolore e gloria di Pedro Almodovar.

Gli altri premi:

European Discovery Prix Fipresci a Les Misérables di Ladj Ly

Animazione Buñuel in the Labyrinth of the Turtles (Spagna, Paesi Bassi) di Salvador Simó

Corto The Christmas Gift (Romania, Spagna) di Bogdan Mureşanu

Sceneggiatore Céline Sciamma per Portrait of a Lady on Fire

Scenografo Antxon Gómez per Dolore e gloria

Compositore John Gürtler per System Crasher

Sound Designer Eduardo Esquide, Nacho Royo-Villanova & Laurent Chassaigne per Una notte di 12 anni

Visual Effects Supervisor Martin Ziebell, Sebastian Laltmeyer, Néha Hirve, Jesper Brodersen & Torgeir Busch per About Endlessness

European Film Academy Premio alla carriera Werner Herzog

Contributo europeo al cinema mondiale Juliette Binoche

Premio serie fiction Achim Von Borries, Henk Handloegten e Tom Tykwer per Babylon Berlin

Premio Eurimages co-produzione Ankica Jurić Iilić

People’s Choice Award 2019 per il miglior film europeo Cold War di Paweł Pawlikowski   

VEDI ANCHE

EFA 2019

Ad