/ NEWS

Pioniere e icona del cinema indipendente, regista di genio ma anche attore conteso dai grandi studios, John Cassavetes è forse un caso unico nella storia del cinema, un artista di rara coerenza i cui film non hanno smesso di emozionare generazioni di spettatori. A rendergli omaggio è la retrospettiva VOLTI – Il cinema di John Cassavetes, che dal 13 febbraio al 14 marzo presenterà al Palazzo delle Esposizioni di Roma tutti i suoi film da regista, come sempre a ingresso libero fino a esaurimento posti. Promossa da Azienda Speciale Palaexpo, Centro Sperimentale di Cinematografia – Cineteca Nazionale e La Farfalla sul Mirino, la rassegna permetterà al pubblico di riscoprire capolavori come Una moglie, Volti, Gloria – Una notte d’estate, La sera della prima o Ombre, esordio leggendario che il regista finanziò con pochi soldi raccolti durante una trasmissione radio e che sarà proiettato nella serata inaugurale di giovedì 13 febbraio alle 21.

Tutti i film saranno presentati in pellicola 35mm, con molti restauri e copie preziose provenienti dall’UCLA Film & Television Archive di Los Angeles e alcuni titoli, come L’assassinio di un allibratore cinese, presentati nella versione integrale tuttora inedita in Italia. La rassegna sarà anche l’occasione di rivedere i film meno conosciuti di Cassavetes, come Gli esclusi, con Burt Lancaster e Judy Garland, prima pellicola ad affrontare il tema della disabilità mentale nei bambini, girata per di più in un vero istituto dell’epoca, o Blues di mezzanotte, ambientato nell’incandescente scena jazz newyorkese dei primi anni '60. Imperdibile poi la proiezione de Gli Intoccabili, diretto da Giuliano Montaldo e girato negli Stati Uniti con Cassavetes protagonista a fianco di due dei suoi attori feticcio, Gena Rowlands e Peter Falk: lo stesso Montaldo introdurrà il film offrendo al pubblico un ricordo personale dell’incontro con il regista americano il 13 marzo alle ore 21.

VEDI ANCHE

RASSEGNE

Ad