/ NEWS

"Con Alberto Barbera abbiamo un desiderio comune molto forte. Stiamo pensando a un modo per incontrarci tutti insieme al Lido, in nome del cinema mondiale. Penso che sia un'idea bellissima: in una situazione eccezionale, una risposta eccezionale. Con Alberto il dialogo è aperto e generoso. Abbiamo ancora tempo per pensare". Così Thierry Frémaux, delegato generale del Festival di Cannes, annuncia in un'intervista a 'Repubblica' la probabile collaborazione con la Mostra de Cinema di Venezia, dopo che il festival francese è stato cancellato nella sua forma tradizionale ma non del tutto. "Non ce la siamo sentita di andare dritti al 2021 e abbandonare chi contava su di noi", dice. Spiegando poi: "Annunceremo una selezione ufficiale all'inizio di giugno per dire quali film abbiamo visto e apprezzato e per per aiutarli a uscire in sala. Poi ci sarà un Mercato del film online dal 22 al 26 giugno".

Tra i film molto apprezzati da Frémaux che l'avrebbe voluto in concorso c'è anche quello di Nanni Moretti Tre piani: "Mi è piaciuto molto e l'ho subito invitato a Cannes. Nanni è un regista e un autore straordinario. È imprevedibile, il che è una grande qualità. Senza mostrarlo, il film dice cose importanti sulla nostra vita. Ed è un grande omaggio al cinema italiano contemporaneo attraverso i suoi attori, tutti magnifici: Margherita Buy sostiene il film in modo formidabile, come Alba Rohrwacher e Riccardo Scamarcio".

VEDI ANCHE

CANNES 2020

Ad