/ NEWS

"Qui giace Vittorio Gassman, fu attore, non fu mai impallato", così recita la lapide di Vittorio Gassman, originale e irriverente anche dopo la morte avvenuta il 29 giugno 2000 all'età di quasi 78 anni. E proprio nel giorno del 20° anniversario della scomparsa Sky lo ricorda con una giornata in suo onore, in onda su Sky Cinema Collection - Classic, che culminerà alle 21.15 con una puntata speciale di 100X100 Cinema, il magazine quotidiano condotto da Francesco Castelnuovo, questa volta in versione prime time da 50 minuti.

Sarà proprio il ricordo della curiosa epigrafe ad aprire lo speciale che vedrà la partecipazione dei figli di Vittorio, Alessandro e Paola Gassmann, il nipote Leo Gassmann e alcuni colleghi attori che lo hanno conosciuto sul set come Enrico Montesano e Gigi Proietti e altri che lo hanno avuto come punto di riferimento nella loro formazione artistica come Edoardo Pesce.

Non mancherà anche il ricordo della malattia, quella depressione bipolare che lui non ha mai tenuto nascosta. E a questo proposito uno dei ricordi più toccanti rivelati da Alessandro è quello accaduto nel 1994 durante una tournée al Teatro Nuovo di Milano: Vittorio visibilmente sofferente venne avvicinato in camerino dal figlio che, prendendo in mano la situazione, lo invitò a sospendere la tournée e a prendersi cura di sé stesso. E contrariamente alle aspettative di Alessandro, il padre accettò, ormai consapevole del suo stato di salute, come un passaggio di testimone tra padre e figlio.

Il grande Vittorio sarà ricordato anche attraverso la riproposizione di alcuni dei suoi film più famosi, sin dal primo pomeriggio su Sky Cinema Collection - Classic: si inizierà alle 15.10 con Questi fantasmi, diretto da Renato Castellani, con Sophia Loren, liberamente ispirato all'omonima commedia di Eduardo De Filippo. Seguirà, alle 17.00 C'eravamo tanto amati, uno dei capolavori di Ettore Scola con l'attore accanto a Nino Manfredi, Stefania Sandrelli, Stefano Satta Flores, Giovanna Ralli e Aldo Fabrizi. Alle 19.10 sarà poi la volta de I mostri, uno dei film più iconici di Gassman con la regia di Dino Risi e con Ugo Tognazzi. Infine, alle 22.15 una delle pellicole più celebri del cinema italiano, Il sorpasso, con Jean-Louis Trintignant e Vittorio Gassman protagonisti a bordo della loro Lancia Aurelia B24.

Tutti questi film, insieme allo speciale di 100X100 Cinema, saranno disponibili anche on demand su Sky e NOW TV nella collezione dedicata a Vittorio Gassman. In più, alla collezione on demand su Sky si aggiungono altri 4 film in onda sui canali Premium Cinema: In nome del popolo italiano di Dino Risi con Ugo Tognazzi e Vittorio Gassman; Se permettete parliamo di donne, l'esordio alla regia di Ettore Scola con Walter Chiari, Vittorio Gassman, Mario Brega e Gigi Proietti; Il tigre di Dino Risi con Luigi Vannucchi e Vittorio Gassman, che vinse per questo film anche un David di Donatello; Il profeta diretto da Dino Risi e scritto con Ettore Scola. 

Omaggio anche sulle reti Mediaset: Canale 5, Retequattro e Cine34, domenica 28 e lunedì 29 giugno, in day-time, con alcuni dei suoi film più rappresentativi.

Su Canale 5 il 27 giugno, in seconda serata, Speciale TG5 Mattatore per sempre: Anna Praderio intervista i figli Alessandro, Paola, Vittoria, e ripropone testimonianze dello stesso Gassman, di Jean-Louis Trintignant e di Dustin Hoffman; 28 il giugno, alle ore 14.00, Il divorzio (1970, di Romolo Guerrieri, con Nino Castelnuovo, Anita Ekberg, Riccardo Garrone, Mario Brega, Nadia Cassini) e Senza famiglia, nullatenenti in cerca di affetto (1972, di e con Vittorio Gassman e Paolo Villaggio). Su Retequattro il 29 giugno, alle ore 15.45, Brancaleone alle Crociate, del 1970,                diretto da Mario Monicelli, con Adolfo Celi, Beba Loncar, Gigi Proietti, Gianrico Tedeschi, Paolo Villaggio, Lino Toffolo e Stefania Sandrelli. CINE34 dedica a Gassman la maratona Vittorio, Il Grande, in onda il 29 giugno, non stop dalle ore 7.00 alle 21.00, con sette classici: tra questi, tre di Dino Risi e uno di Sergio Citti. Alle 7.00: Lo scatenato (1967, di Franco Indovina; con Carmelo Bene e Gigi Proietti); alle 9.00: Il profeta (1968, di Dino Risi; con Ann-Margret, Liana Orfei, Oreste Lionello, Yvonne Sanson); alle ore 11.00 In nome del popolo italiano (1971, di Dino Risi; con Ugo Tognazzi); alle 13.00 Mortacci (1989, di Sergio Citti; con Malcom McDowell, Mariangela Melato, Sergio Rubini, Nino Frassica, Aldo Giuffré, Alvaro Vitali, Michela Miti, Andy Luotto, Carol Alt); alle 15.00: A mezzanotte va la ronda del piacere (1975, di Marcello Fondato; con Claudia Cardinale, Monica Vitti, Renato Pozzetto, Giancarlo Giannini). alle 17.00: I mostri (1963, di Dino Risi; con Ugo Tognazzi, Ricky Tognazzi, Lando Buzzanca, Gabriella Ferri, Marisa Merlini, Isabella Biagini, Michèle Mercier, Mario Brega); alle 19.00: Il sorpasso (1962, di Dino Risi; con Jean-Louis Trintignant e Catherine Spaak). 

Sabato 27 giugno Rai 1 manderà in onda alle 23.55 Sono Gassman! Vittorio re della commedia, il docufilm scritto e diretto da Fabrizio Corallo che rievoca l’intenso percorso artistico e umano del grande attore e regista. Vincitore di un Nastro d'Argento e del Premio Flaiano, il film è composto da interviste a familiari, colleghi e amici, brani di film (con particolare riferimento agli anni d’oro della cosiddetta commedia all’italiana), spettacoli teatrali e filmati tratti dagli archivi di Teche Rai, Luce Cinecittà e Mediaset. Tra le tante preziose testimonianze da segnalare quelle dei quattro figli di Gassman (Alessandro, Paola, Vittoria e Jacopo) e di Emanuele Salce, cresciuto con sua madre Diletta e con Vittorio e da lui considerato un figlio a tutti gli effetti. 

Accanto ai filmati d’epoca in cui Gassman si racconta in prima persona e viene rievocato da Dino Risi, Mario Monicelli ed Ettore Scola - i tre maestri della commedia a lui più cari - altrettanto decisivi sono i contributi inediti offerti da compagni di lavoro come Stefania Sandrelli, Gigi Proietti, Jean-Louis Trintignant, Giancarlo Giannini e Giovanna Ralli; da esponenti di punta della commedia italiana più recente come Carlo Verdone, Paolo Virzì, Paola Cortellesi, Diego Abatantuono e Massimo Ghini, da registi figli d'arte come Marco Risi e Ricky Tognazzi, nonché da attenti osservatori del costume nazionale come Renzo Arbore, Valerio Caprara e Maurizio Costanzo.

VEDI ANCHE

ANNIVERSARI

Ad