/ NEWS

Free - Liberi, opera seconda di Fabrizio Maria Cortese, racconta un viaggio on the road di alcuni ospiti di una casa di riposo che si imbarcano in un’avventura dal Lazio in Puglia e vogliono sentirsi liberi e vivi nonostante l’età avanzata. In un momento storico in cui le RSA sono state al centro dell’attenzione mediatica per le conseguenze tragiche della pandemia, il film vuole portare una ventata di ottimismo.

La commedia, prodotta da Golden Hours Film con Rai Cinema, in associazione con Ismaele Film, realizzata con il sostegno della Apulia Film Commission e di Regione Puglia, sarà distribuita nelle sale italiane dalla stessa Ismaele Film in autunno. Il film avrà un suo primo momento di visibilità alla prossima edizione della Mostra di Venezia con un evento di lancio alla presenza del regista e di tutto il cast lunedì 7 settembre presso lo Spazio Fondazione Ente dello Spettacolo all’interno dell’Hotel Excelsior al Lido.

Cinque anziani ospiti della casa di riposo dell’Opera Don Guanella di Roma, annoiati dalla vita quotidiana e delusi per il distacco dei loro affetti più cari, decidono di fuggire verso la Puglia per realizzare il sogno della loro vita: si tratta di Rocco (Ivano Marescotti), trader fallito, suo fratello Luchino (Enzo Salvi), cuoco ossessivo compulsivo, Antonio (Babak Karimi), ex-capitano di lungo corso, Erica (Corinne Clery), ex- cantante cardiopatica e Mirna (Sandra Milo),  arrivata in Italia dalla Serbia allo scoppio delle guerre jugoslave. Innamorati dell’avventura che Mirna sta per intraprendere per ritrovare il pluriricercato Dragomir (Antonio Catania), suo vecchio amore creduto morto ma in realtà nascosto da decine d’anni nel Salento, i quattro si uniscono al viaggio. Sono certi che la loro vita cambierà per il meglio una volta incontrato il potente criminale.

VEDI ANCHE

DISTRIBUZIONE

Ad