/ NEWS

Sette titoli a disposizione per il ritorno, ancora faticoso, nelle sale dopo la lunga pausa imposta dal coronavirus.

Miss Marx di Susanna Nichiarelli con Romola Garai, Patrick Kennedy, arrviva dal concorso di Venezia. Nell'Inghilterra vittoriana la figlia preferita di Karl Marx, l'appassionata e intelligente Eleonor, ne continua la missione battendosi per le idee socialiste e per la parità delle donne. Tra pubblica veemenza e private contraddizioni con tormentata storia d'amore con Edward, donnaiolo e sperperatore. Un film da non perdere.

Gauguin di Edouard Deluc con Vincent Cassel, Tuheï Adams. Altra biografia d'epoca, sullo sfondo del XIX secolo. E' la storia del pittore Paul Gauguin, fuggito a Tahiti dalla natia Francia per cercare un luogo di ispirazione che fosse anche libero dalle convenzioni sociali che tanto lo opprimevano. Abbandonata la famiglia scoprì un nuovo amore con la polinesiana Tehura (la sua musa ispiratrice tante volte dipinta in quadri celeberrimi), sperimentò fame, solitudine, depressione, ma riuscì a far sbocciare il suo talento. Magistrale interpretazione di Vincent Cassel.

Alps di Yorgos Lanthimos con Ariane Labed, Aggeliki Papoulia, Aris Servetalis, Johnny Vekris. E' uno dei primi film del regista greco ormai celebre a livello internazionale con La favorita, e approda sugli schermi con quasi un decennio di ritardo. Nella Grecia contemporanea alcuni attori si offrono a chi ha perso una persona cara per elaborare il lutto.

Il meglio deve ancora venire di Alexandre de la Patellière e Matthieu Delaporte con Fabrice Luchini, Patrick Bruel. Commedia francese con l'istrionico Fabrice Luchini alle prese col personaggio del puntiglioso ricercatore Arthur che ha nell'amico César l'unico appiglio dopo che la moglie lo ha lasciato. César naturalmente è il suo opposto come carattere ma quando entrambi scoprono di essere in fin di vita si adoperano per realizzare i reciproci sogni.

Jack in the box di Lawrence Fawler con Ethan Taylor, Philip Ridout, Lucy-Jane Quinlan. Classico horror con uno spirito maligno e omicida che si nasconde in un carillon a molla animato da un sorridente pagliaccio.

La piazza della mia città di Paolo Santamaria. Il racconto del dietro le quinte del grande concerto bolognese che riuniva Lodo Guenzi e gli altri ragazzi della band Lo stato sociale ai maggiori esponenti bolognesi della musica pop. Vera protagonista del documentario è Piazza Maggiore, anima pulsante di Bologna.

Mister Link di Chris Butler. Un film d'animazione dedicato ai più piccoli con la storia di Sir Lionel Frost che si sente incompreso perché nessuno lo riconosce grande cacciatore di creature leggendarie introvabili. Finché una lettera lo mette sulle tracce del "Missing Link", l'anello mancante di volta in volta chiamato Yeti, Big Foot o Sasquatch.

VEDI ANCHE

USCITE

Ad