/ NEWS

Interviene l’ANEC Lazio sulla polemica sollevata dal Piccolo America riguardo una presunta sponsorizzazione annullata all'emittente radiofonica Radio Rock, ribadendo che non è mai esistito alcun impegno di sponsorizzazione, né tantomeno un contratto pubblicitario, con l'emittente, fornendo una breve ricostruzione di quanto avvenuto nei mesi precedenti: “A marzo, nell’ambito del progetto MoviementVillage, è stato chiesto a Radio Rock, come ad altre emittenti radiofoniche, di formulare una ipotesi di proposta finalizzata sia alla realizzazione di una sezione musicale all’interno delle nostre arene estive, che di una eventuale media partnership.Il tutto naturalmente subordinato all'effettiva e concreta realizzazione delle stesse", illustra il segretario generale di Anec Lazio Massimo Arcangeli.

"Dal mese di aprile, nella totale incertezza del lockdown, si è cominciato ad immaginare su Roma, in sinergia con i rispettivi Municipi ed altri partner di diversa natura, cinque progetti Cinevillage: all’Eur, a Piazza Farnese, a Talenti, alla Farnesina e a Centocelle. Tutto ciò, affinché in un momento così grave e drammatico per il cinema in sala si potesse mantenere un legame vivo tra gli spettatori e il grande schermo.Sta di fatto che gradualmente i progetti, a causa di diverse e molteplici ragioni, andavano via via smontandosi, tanto che a giugno rimanevano in piedi solo quelli di Farnesina e di Parco Talenti. Com'era ben noto ai responsabili dell’emittente, l'idea di poter svolgere concerti di musica dal vivo era subordinata all'evolversi degli eventi e la circostanza per cui nel Parco Talenti ci sarebbe stata una limitazione in termini di orario e tipologia d'intrattenimento, ha ben presto determinato la certezza che in quel luogo le attività musicali non sarebbe stato possibile realizzarle. Essendo venuta meno anche l’assegnazione dell’area alla Farnesina, è caduto il presupposto principale alla base della nostra eventuale collaborazione con la radio in questione”.

VEDI ANCHE

POLEMICHE

Ad