/ NEWS

La 44esima edizione del Göteborg Film Festival, il festival più importante della Scandinavia, si svolgerà online dal 29 gennaio all'8 febbraio proponendo 70 film da 39 paesi per 11 giorni. Il focus di quest'anno è dedicato a "Social Distances and The Isolated Cinema". Il concorso internazionale propone sei film che saranno valutati dal pubblico e concorrono al Dragon Award Best International Film con una dotazione di circa 5000 euro. I titoli sono: Beginning di Dea Kulumbegashvili (Georgia), Never Gonna Snow Again di Malgorzata Szumowska e Michał Englert (Polonia/Germania), Night of the Kings di Philippe Lacôte (Costa d'Avoio/Francia/Senegal/Canada), Quo vadis, Aida? di Jasmila Žbanić (Bosnia Erzegovina), Slalom di Charlène Favier (Francia/Belgio), Le sorelle Macaluso di Emma Dante (Italia).

Sette titoli prendono parte alla Nordic Competition in corsa per il Dragon Award e un premio di 36.000 €. I film in competizione sono Another Round di Thomas Vinterberg (Danimarca), Tigers di Ronnie Sandahl (Svezia), Persona Non Grata di Lisa Jespersen (Danimarca), Gritt di Itonje Søimer Guttormsen (Norvegia), Pleasure di Ninja Thyberg (Svezia), Sweat di Magnus von Horn (Svezia/Polonia) e Tove di Zaida Bergroth (Finlandia).

Il Nordic Honorary Dragon Award va quest'anno a Ruben Östlund, è previsto un talk con il regista il 4 febbraio.     

Film d'apertura è Tove di Zaida Bergroth, biografia della scrittrice e pittrice finlandese Tove Jansson (1914-2001). Tove, che è stato un grande successo al box office nonostante la pandemia, rappresenterà la Finlandia agli Oscar. Film di chiusura è Knocking di Frida Kempff, uno psicodramma che ha per protagonista Molly: dopo un'esperienza traumatica e un soggiorno in una struttura torna a vivere da sola ma è ancora turbata e dall'appartamento al piano di sopra arrivano strani rumori.

VEDI ANCHE

FESTIVAL

Ad