/ NEWS

Secondo lo studio 'It's a Man's (Celluloid) World', condotto da Martha Lauzen, docente di cinema e televisione alla San Diego State University, nonché fondatrice e direttrice del Center for the Study of Women in Television and Film, analizzando i 100 film campioni d'incasso nel 2020 è emerso che solo il 29% dei ruoli da protagonista era affidato a donne. Lo studio ha analizzato oltre 1.700 personaggi di 100 film blockbuster nel 2020.

E' un anno in cui il settore cinematografico ha sofferto pesantemente per la pandemia: molti film con protagoniste donne, destinati a dominare il botteghino, come Black Widow, Wonder Woman 1984 e Mulan, sono stati rinviati più volte.     "Questo calo - continua la Lauzen - si riflette nel ridotto numero di film con interpreti femminili in corsa nella categoria miglior film ai prossimi Oscar. Ce ne sono solo due, Nomadland e Promising Young Woman, con donne come protagoniste, ed entrambi diretti da due donne, Chloe Zhao e Emerald Fennell".

Lo studio, inoltre, ha preso in considerazione le origini demografiche dei personaggi femminili. Le donne di colore sono largamente sotto rappresentate sullo schermo. Sempre secondo la Lauzen, l'età è un problema per ottenere ruoli cinematografici, a meno che non si abbiano cognomi come Streep o McDormand.

VEDI ANCHE

DONNE

Ad