/ NEWS

Dopo l’America, il thriller horror italiano Shortcut Non tutte le strade portano a casa di Alessio Liguori, titolo Minerva Pictures, arriva in Russia con 140 sale. Primo film italiano, dopo La vita è bella, ad entrare nella top ten del box office americano, esce in Russia dal 22 aprile. Nato dalla produzione italiana indipendente Play Entertainment, diretto da Alessio Liguori e scritto da Daniele Cosci, il film aveva debuttato in Italia lo scorso agosto sulle principali piattaforme VOD. È una storia di amicizia e coraggio con ambientazioni noir e misteriose. Racconta quella delicata fase di passaggio nell’adolescenza, quella fase della vita in cui l’immaginazione e le paure più ancestrali stanno per lasciare spazio a un mondo concreto fatto di responsabilità, relazioni e valori indissolubili. Tra gli interpreti Jack Kane, Zak Sutcliffe e Pedro Minghella.

Nolan, Bess, Reggie, Queenie e Karl (tutti di 13 anni) sono un gruppo di giovani adolescenti, in Italia in vacanza studio con le loro famiglie. Un giorno, decidono di uscire per una gita. È quasi buio, mentre stanno rientrando. L'autobus è guidato dal "vecchio" Josy. Tutto sembra andare liscio, fino a quando qualcosa di inaspettato lo costringe a deviare lungo una strada secondaria. Qui fanno il loro incontro con un’entità non identificata che sbarra il percorso. Sembra un uomo accovacciato, ma non lo è. Josy scende dall’autobus per spostarlo e continuare il viaggio, ma viene ucciso. A quel punto, i ragazzi, terrorizzati, rimangono soli e senza aiuto. Tutti gli smartphone si bloccano inspiegabilmente. Sono minacciati da questa creatura notturna che vive nell'oscurità e che vuole assorbire le loro energie vitali. Per i ragazzi è il momento di dire addio all’infanzia. Ora devono imparare a sopravvivere alla notte.

VEDI ANCHE

EXPORT

Ad