/ NEWS

In Corea del Sud al Jeonju International Film Festival, nella sezione speciale “Corona, New Normal” dedicata alla pandemia, verrà proiettato La prima onda, un instant movie collettivo realizzato a Milano da 57 filmmaker che hanno cominciato le riprese il 23 febbraio 2020, quando il lockdown era ormai nell’aria, fino al 10 maggio 2020.

Per 71 minuti si dipana il racconto a più voci che restituisce un mosaico di sguardi, una visione multipla e sfaccettata di Milano al tempo della prima ondata del Coronavirus. Un episodio di portata storica e mondiale, vissuto in isolamento, torna ad avere il carattere di esperienza collettiva grazie al cinema che, pur comprendendo momenti anche tragici, ne restituisce una rappresentazione che sconfigge il senso di solitudine.

Prima che venisse finalmente decretato lo stato di lockdown, MIR Cinematografica, in collaborazione con altre realtà milanesi quali MFF/ Milano Film Festival, AiR3 Associazione Italiana Registi, NABA, Nuova Accademia di Belle Arti, Proxima Milano e Operà Music, hanno lanciato un invito a partecipare a un film collettivo, aperto a tutti i professionisti dell’audiovisivo impegnati su diversi livelli dell’industria cinematografica. 57 autori hanno risposto alla chiamata inviando contenuti di osservazione, ma allo stesso tempo intimi e riflessivi a seconda delle proprie visioni artistiche e creative.

L’idea alla base del documentario consisteva nel creare un mosaico di sguardi, che non si limitassero alla mera osservazione dell’emergenza; la sfida collettiva voleva andare oltre la superficie delle cose, offrendo delle letture personali di questa nuova realtà che si era chiamati ad affrontare e un nuovo significato agli eventi nel loro stesso divenire.

VEDI ANCHE

EVENTI

Ad