/ NEWS

Tre diverse piazze romane, decine di proiezioni e grandi ospiti internazionali: dal 4 giugno tornano i ragazzi del Cinema America, con l’edizione 2021 del Cinema in Piazza, appuntamento fisso dell’estate romana. Oltre alle solite arene di Piazza San Cosimato a Trastevere e del Parco della Cervelletta a Tor Sapienza, si aggiunge quest’anno, in sostituzione del Parco Turistico di Ostia, il Parco di Monte Ciocci a Valle Aurelia, luogo in cui Ettore Scola girò Brutti, sporchi e cattivi.

Ad inaugurare la manifestazione, il 4 giugno a Trastevere, ci saranno Damiano e Fabio D’Innocenzo, che con Ileana D’Ambra, Max Malatesta e Gabriel Montesi, presenteranno il loro ultimo film Favolacce. Ma non saranno gli unici ospiti: Ferzan Ozpetek, al quale quest’anno è dedicata un’intera rassegna, presenterà i suoi film insieme a Serra Yilmaz e altri protagonisti delle sue opere; Enrico Vanzina omaggerà Gigi Proietti e suo fratello Carlo Vanzina, in una serata interamente a loro dedicata; saranno presenti maestri internazionali come Ken Loach, Wim Wenders ed Emir Kusturica; e poi ancora Matteo Garrone, Carlo Verdone, Gianfranco Rosi, Pietro Marcello e tanti altri.

Come al solito il triplice programma, che termina il 1 agosto, presenterà tanti e diversi stimoli cinematografici, a partire dalla rassegna dedicata alla saga di Harry Potter (a vent’anni da La pietra filosofale), gli immancabili classici Disney e le retrospettive dei già citati Ozpetek, Rosi e Marcello.

“Abbiamo finalmente potuto programmare tutti i titoli che desideravamo proiettare. – afferma Valerio Carocci, presidente dell’Associazione Piccolo America - Speriamo perciò di aver contribuito a scardinare un sistema che stava iniziando a tagliare le gambe a tutti gli eventi cinematografici gratuiti sul territorio nazionale. Sappiamo tuttavia che questa battaglia non è finita, e forse non finirà mai, e proprio per questo abbiamo da mesi attivato un osservatorio legale con cui ogni giorno monitoriamo che altre realtà d’Italia non si vedano negare i film di retrospettiva (ovviamente a fronte di un equo compenso) per eventi culturali gratuiti”.

VEDI ANCHE

ARENE

Ad