/ NEWS

Annunciati i vincitori della 7a edizione delle Giornate della Luce di Spilimbergo, appuntamento che celebra, da anni, gli autori della fotografia, quali veri protagonisti del festival. Il Quarzo di Spilimbergo Light Award assegnato dalla giuria professionale va a Matteo Cocco per Volevo nascondermi di Giorgio Diritti con la seguente motivazione: “Matteo Cocco, di nuovo in Italia dopo interessanti esperienze in Germania, dimostra anche in questo film una incredibile maturità creativa senza il minimo scarto nella facilità di una oleografia padana convenzionale, pur un classico nella storia del cinema italiano. Tra gli interni e gli esterni, tra i primi piani ed i campi lunghi si crea une sorta di perfetta armonia visiva senza un gesto creativo di troppo”. Volevo nascondermi vince anche il Quarzo del Pubblico - Audience Award.

Il Quarzo dei Giovani va a Sandro Chessa per Assandira di Salvatore Mereu “per la coraggiosa scelta di narrare una vicenda familiare, triste e dolorosa, con una forma cromatica in grado di esteriorizzare contrasti individuali, antropologici e generazionali, e una fotografia capace di tradurre in luce e immagini le inquietudini dell’animo e del paesaggio”.

Il Quarzo d’oro alla Carriera è andato a Dante Spinotti e il nuovo Premio Short Lights, in collaborazione con Festival Ca’ Foscari Short Film Festival, a The Last Children of Paradise di Anna Roller.

VEDI ANCHE

GIORNATE DELLA LUCE

Ad