/ NEWS

Federico Zampaglione sarà uno dei volti di punta della tredicesima edizione di “Marateale – Premio Internazionale Basilicata” che si terrà dal 27 al 31 luglio nella “perla del Tirreno”. 

 

Artista poliedrico, oltre a collezionare numerose soddisfazioni sul fronte musicale come frontman dei Tiromancino, continua a raccoglierne anche come regista e sceneggiatore di apprezzate opere cinematografiche. La sua ultima fatica legata al grande schermo s’intitola Morrison, opera da lui diretta e liberamente tratta dal suo romanzo Dove tutto è a metà, scritto insieme a Giacomo Gensini e pubblicato da Mondadori. Premiato all’ultima edizione del “Roma Videoclip – Il cinema incontra la musica”, kermesse ideata da Francesca Piggianelli, come Artista Multimediale Italiano per la sua capacità di spaziare tra cinema, musica e scrittura, anche sul palco di Marateale Zampaglione ritirerà un riconoscimento per gli eccellenti consensi ottenuti da Morrison, che verrà proiettato lunedì 26 luglio, alle 23, sulla spiaggia di Fiumicello.

Mercoledì 28 luglio, alle 11, inoltre, incontrerà i giovani nell’ambito di una masterclass intitolata “Musica e cinema”. “Siamo davvero lieti di poter premiare un artista versatile e amatissimo dal grande pubblico come Federico Zampaglione- ha dichiarato il patron Nicola Timpone, aggiungendo - e di dar vita a questo felice connubio con il Roma Videoclip”.Accanto a Federico Zampaglione, sul palco, ci sarà Giglia Marra, attrice in forte ascesa presente nel cast di Morrison.I nomi di Federico Zampaglione e Giglia Marra si aggiungono alla già nutrita lista di artisti che parteciperanno alla tredicesima edizione di “Marateale”: Matt Dillon, Carlo Verdone, Luca Ward, Stefano Fresi, Rocco Papaleo, Lillo, Remo Girone, Giovanni Allevi, Arianna, Nancy Brilli, Cinzia TH Torrini, Giovanni Veronesi, Paolo Genovese e tanti altri.

Tra gli eventi del festival anche La Divina Commedia VR: l'Inferno, un viaggio immersivo, prgetto realizzato da ETT, industria digitale creativa, nato con l’intento di rendere la cultura e la creatività beni del patrimonio collettivo, accessibili attraverso l’innovazione tecnologica e la trasformazione digitale, enfatizzando il ruolo delle immagini e la loro espressività nel contesto contemporaneo con nuove formule narrative.

Il cortometraggio, della durata di circa 7 minuti, accompagnato dalla voce di Francesco Pannofino, è il primo e unico prodotto cinematografico in VR presente alla XIII edizione del Marateale. La rassegna, che nel tempo è diventata un cantiere di confronto fra cinema internazionale e scena emergente, si è aperta da quest’anno a questo nuovo linguaggio dell’industria cinematografica, che non può fare a meno di traguardare le conquiste della narrazione VR sempre più innovativa e multisensoriale.

VEDI ANCHE

REGISTI

Ad