/ NEWS

Il Museo Nazionale del Cinema omaggia Lucia Bosé, morta l'anno scorso per Covid poco prima di compiere 90 anni, con la rassegna La ragazza di Piazza di Spagna, da oggi al 20 settembre, realizzata in occasione della mostra Photocall. Attrici e attori del cinema italiano, alla Mole Antonelliana fino al 7 marzo 2022, e dell'uscita del film Lucia y el mar di Pablo Benedetti e Davide Sordella, La rassegna si inaugura questa sera al Cinema Massimo con Cronaca di un amore di Michelangelo Antonioni. Il 18 settembre, dopo la proiezione di Lucia y el mar ci sarà incontro con i registi Pablo Benedetti e Davide Sordella, e i figli dell'attrice Lucia e Paola Dominguin.

Per Lucia Bosè le porte del cinema si aprirono nel 1947 con la vittoria di Miss Italia, nell'anno in cui concorrevano Gianna Maria Canale, Gina Lollobrigida, Eleonora Rossi Drago e Silvana Mangano. Debuttò come attrice nel 1950 con Non c'è pace tra gli ulivi di Giuseppe De Santis, con Raf Vallone e Folco Lulli. Dello stesso anno è Cronaca di un amore di Michelangelo Antonioni accanto a Massimo Girotti, seguito da La signora senza camelie. Poi arrivarono le commedie rosa di Luciano Emmer, una serie di film comicofarseschi con il suo storico fidanzato Walter Chiari, il matrimonio col torero spagnolo Luis Miguel Dominguin, un temporaneo abbandono delle scene per poi riprendere a lavorare con Fellini, Paolo e Vittorio Taviani, Francesco Rosi, Roberto Faenza, Ferzan Ozpetek. Una vita di successi e di incontri importanti come quelli con Pablo Picasso ed Hemingway. 

VEDI ANCHE

RASSEGNE

Ad