/ NEWS

Europa di Haider Rashid è il film vincitore della XXI edizione del Festival internazionale del Cinema di Frontiera di Marzamemi. Lo ha deciso la giuria, composta dall'attrice Lucia Sardo, dal regista Roland Sejko e dal regista e direttore della fotografia Daniele Ciprì. Il riconoscimento è stato consegnato ad Haider Rashid e a Sonia Giannetto, che con lui ha scritto e montato il film, emozionati anche perché il Festival internazionale Cinema di Frontiera è il primo in cui Europa è il film vincitore, dopo il Premio della critica ottenuto a Cannes.

Il Premio speciale della giuria, per la sezione lungometraggi, è invece andato a Balloon di Pema Tseden. La tecnica di Cric è invece il miglior cortometraggio della sezione ConCorto. Il corto Stephanie di Leonardo van Dijl si è aggiudicato il premio speciale della giuria "per la capacità di raccontare, sia con le parole che con le immagini, la tensione emotiva di Stephanie, piccola protagonista di un'intima e coinvolgente storia di formazione". Al cortometraggio Head di Esmaeil Gorji è andata la menzione speciale.

Il Premio alla carriera è stato assegnato a Lucia Sardo. "Un'attrice che da anni - questa la motivazione della direzione del Festival - è un volto importantissimo del nostro cinema e che, con soddisfazione personale e del pubblico, ama ricercare e attraversare tutti i generi". Il Premio giuria giovani, composta dagli studenti del liceo classico dell'istituto Michelangelo Bartolo di Pachino, è andato a La vita che verrà di Phyllida Lloyd. 

VEDI ANCHE

FESTIVAL

Ad