/ NEWS

Si è concluso, sabato 9 ottobre, con la serata di gala e cerimonia di premiazione al teatro Crystal di Lovere la 23esima edizione di cortoLovere Festival Internazionale di Cortometraggi - Special Edition 2021 per la direzione artistica di Gianni Canova.

Un’edizione che modifica, esclusivamente per quest’anno, la consolidata struttura della manifestazione e le categorie dei premi, che non sono divise come d’abitudine per generi cinematografici ma focalizzate sul tema della vita sotto pandemia nelle sezioni del concorso. A ognuna delle categorie va un premio in denaro di € 1.000. Tra le 13 opere finaliste la Giuria ufficiale del concorso della 23/ma edizione di cortoLovere composta dallo sceneggiatore Nicola Guaglianone (presidente), dall’attrice Anita Caprioli e dalla regista Paola Randi ha assegnato i seguenti premi:

Premio "Miglior cortometraggio" e Premio "Miglior documentario" a 652 miles = 0 (or wonderful convenience of video calling) di Giulio Gobetti "Per aver fotografato con ironia e sensibilità un momento privato che appartiene a tutti noi. Dove tutti possiamo riconoscerci, dimostrando come nel nostro piccolo quotidiano risuonano sentimenti universali".

Premio "Miglior corto di finizione e immaginazione" a How to cope with covid di Ernesto Paganoni e Stefano Paganoni. "Quando chiesero a Hubert Selby Jr come avesse fatto a scrivere Ultima fermata a Brooklyn in 28 notti rispose 'perché mi sentivo un grido in cerca di una bocca', How to cope with covid è stata la bocca che ha dato voce al nostro grido, a un sentimento universale: il Covid ha rotto il…!" 

Premio "Miglior corto che racconta scenari distopici o immaginari” a Untimed: a lockdown tale di Fabio Reitano. "Per aver mostrato con grande maestria e senso estetico il vivere quotidiano dove anche una vecchia casa diventa un luogo di scoperta".

VEDI ANCHE

CORTOMETRAGGI

Ad