/ NEWS

Pistoia ospiterà nel fine settimana (15, 16 e 17 ottobre) la IX edizione del Mauro Bolognini Film Festival, che si svolgerà presso l'omonimo teatro pistoiese e il Teatro Moderno di Agliana. L'appuntamento, a cadenza biennale, è promosso dal Centro Mauro Bolognini insieme ai soci Comune di Pistoia, Fondazione Caript e Brigata del Leoncino. Se lo scorso anno il festival ha subito uno stop forzato dovuto all'emergenza Covid, costringendo gli organizzatori a cancellare l'evento proprio quando tutto era ormai pronto, l'edizione 2021 assume ancora più significato, non solo per il tanto atteso ritorno in sala e la speranza che il peggio sia passato, ma anche per un importante tributo ad Andrea Bolognini, amico e prezioso collaboratore del festival, scomparso prematuramente nel 2019.

'Mauro e Andrea, da Pistoia a Cannes', questo il titolo della manifestazione di rilievo internazionale, che quest'anno supera la quota delle 1200 iscrizioni nella sezione 'Concorso internazionale per cortometraggi'. I cortometraggi provengono infatti da ben 77 paesi del mondo, di cui 499 dall'Italia, 130 dall'Iran, e a seguire da Francia, India, Spagna e Stati Uniti. I cortometraggi selezionati sono dodici, dieci italiani, uno turco e uno austriaco, molti dei quali diretti da registi affermati e interpretati da attori noti al grande pubblico. Fra i registi e gli interpreti dei corti selezionati, troviamo Alessandro Haber, Roberto Herlitzka, Aniello Arena e Corrado Guzzanti. Ospite d'onore della manifestazione, l'attrice Antonella Lualdi.

Il programma della prima giornata (sabato 16) prevede la proiezione del video Solo lei sa essere assieme popolare e aristocratica: Antonella, a cui seguirà la conversazione proprio con Antonella Lualdi a cura di Stefano Socci, la proiezione in anteprima del documentario Petite créature - L'archivio del Centro Bolognini e infine la proiezione del film di Andrea Bolognini Raul - Diritto di uccidere, con Stefano Dionisi, Violante Placido, Giancarlo Giannini, Laura Betti, Alessandro Haber, presentato da Fabrizio Bancale.

VEDI ANCHE

CORTOMETRAGGI

Ad