/ NEWS

Applausi ieri sera nel carcere di Rebibbia all'anteprima del film Ariaferma di Leonardo Di Costanzo, con Toni Servillo e Silvio Orlando presentato al festival di Venezia e da domani nei cinema (distribuito da Vision e prodotto da tempesta/ Carlo Cresto Dina con Rai Cinema). Ad assistere alla proiezione, e al successivo dibattito con la ministra della Giustizia Marta Cartabia, il regista e una parte del cast, detenuti, dirigenti e poliziotti penitenziari e rappresentanti delle istituzioni.

Ambientato in un penitenziario che sta per chiudere , dove sono rimasti pochi agenti e una dozzina di detenuti , il film allude nel titolo all'immobilismo del mondo del carcere, la cui vita è scandita dalle regole, ma racconta anche l'umanità che emerge dall'incontro tra queste due comunità ,per definizione distanti, quando si danno reciprocamente fiducia. Bisogna fare in modo che quello passato in carcere sia "un tempo che abbia un senso" e "fare emergere quella umanità che appartiene alla cultura nuova consegnata a noi dai padri costituenti, con l'affermazione della funzione rieducativa della pena" ha detto la ministra Cartabia. Parole sottolineate con soddisfazione da Silvio Orlando: "sono orgoglioso e felice di avere una classe dirigente di questo tipo". 

Qui di seguito il video dell'incontro pubblicato dal Ministero della Giustizia: 

VEDI ANCHE

ANTEPRIME

Ad