/ NEWS

Presentato a Bari Nicola: Cozze, Kebab e Coca Cola, un film di Antonio Palumbo, prodotto dalla Oz Film di Francesco Lopez, con il contributo di Apulia Film Commission in collaborazione con Octopost.

Un viaggio avventuroso ed entusiasmante sulle orme del mito di San Nicola, il santo più pop che ci sia, dai vicoli di Bari Vecchia agli Stati Uniti, dove è per tutti Santa Claus, passando per Turchia, Belgio, Olanda, Francia e Russia, tra religiosità e tradizioni popolari, riti pagani e celebrazioni, pop culture e consumismo, Sinterklaas e Babbo Natale.

Dopo le anteprime a Bari il film intraprende un lungo viaggio nelle sale italiane e non solo (il programma delle uscite è in costante aggiornamento: info sulle pagine social del film,  facebook e instagram).

Il progetto è stato sostenuto anche con una campagna di crowfunding sulla piattaforma Indiegogo che ha raccolto donazioni da tutto il mondo.

“Il culto di San Nicola - spiega il regista - è variopinto, solenne, chiassoso, meditabondo, immenso. Dalla contemplazione ortodossa, ai chiassosi vicoli di Bari Vecchia, la regione francese della Lorena, le Fiandre, attraverso l’algida Olanda e le luci statunitensi. Lo stile del documentario vuole rispecchiare il melting pot, le contraddizioni, i colori e il freddo rigore che si contrappongono quando indaghi la storia di un simbolo religioso diventato folklore e simbolo del consumismo. Rimanendo entrambi. Vengo dalla regia di un docu-film, Varichina, in cui ho badato a fondere e confondere la realtà con la fiction. Mi è piaciuto utilizzare le stesse prerogative: tirar dentro i testimoni più autorevoli, svuotandoli della loro prosopopea e, al contrario, conferire strampalata autorevolezza all’uomo della strada e ai suoi ipse dixit. Perché il culto, religioso o folcloristico che sia, cresce e si trasforma attraverso questi passaggi, tra la tradizione scritta e quella tramandata, spesso figlia di un errore di comprensione o di un mentore casuale. Macchina a mano, fotografia contrastata, gag e improvvisazioni grottesche, ritmo da concerto tzigano. Una kermesse di suoni e di spari, di odore di spezie e acqua di mare e nafta. Le ombre cinesi a raccontare i miracoli del vescovo di Myra, tramandati nei secoli.  Una piccola opera pop in onore del mio santo.  Il santo di tutti.”

Il trailer qui.

VEDI ANCHE

DOCUMENTARI

Ad