/ NEWS

Margherita Mazzucco (nota al pubblico per la serie L'amica geniale) sarà protagonista del prossimo film di Susanna Nicchiarelli, intitolato Chiara, attualmente in produzione. Ad affiancare la giovane attrice napoletana ci sarà Andrea Carpenzano (rivelatosi con La terra dell’abbastanza e affermatosi con Il campione).

Il film racconta la vita di Santa Chiara d’Assisi e conclude una ideale trilogia di biografie femminili, iniziata nel 2017 con Nico, 1988, premiato alla Mostra di Venezia, dove era stato selezionato in Orizzonti, e proseguita nel 2020 con Miss Marx, in concorso alla Mostra. 

"L’obiettivo è lo stesso di Nico e Eleanor Marx: mostrare e scoprire l’individuo che esiste dietro a un libro di storia", aveva dichiarato Susanna Nicchiarelli nel luglio scorso. Come per i film precedenti, "più che inventare si tratta di interpretare, di trovare una chiave, infatti Trine Dyrholm non assomiglia alla vera Nico, né Romola Garai a Eleanor".

Chiara è la giovanissima nobile che imitò Francesco D’Assisi, abbracciando la povertà. Nata nel 1194 dalla ricca famiglia degli Offreducci, Chiara ha appena dodici anni quando Francesco d'Assisi compie il gesto di spogliarsi di tutti i vestiti. Conquistata dall'esempio di Francesco, la giovane Chiara sette anni dopo, la sera della Domenica delle Palme del 1211 o 1212, fugge da casa per raggiungerlo alla Porziuncola. Il santo le taglia i capelli e le fa indossare il saio francescano, per poi condurla al monastero benedettino di S. Paolo, a Bastia Umbra, dove il padre tenta invano di persuaderla a ritornare a casa. Si rifugia allora nella Chiesa di San Damiano, in cui fonda l'Ordine femminile delle "povere recluse" (chiamate in seguito Clarisse) di cui è nominata badessa e dove Francesco detta una prima Regola. Chiara scrive successivamente la Regola definitiva chiedendo ed ottenendo da Gregorio IX il "privilegio della povertà".

La direzione della fotografia è affidata alla francese Crystel Fournier, abituale collaboratrice della regista Céline Sciamma, mentre il montaggio sarà a cura di Stefano Cravero, che ha lavorato anche a Miss Marx e Nico, 1988. Le scenografie sono di Ludovica Ferrario, i costumi di Massimo Cantini Parrini. Come i due precedenti, Chiara è una coproduzione tra Italia e Belgio di Marta Donzelli e Gregorio Paonessa per Vivo Film con Rai Cinema e Tarantula. Il film è sostenuto dal DGCA – MiC e da Eurimages (per 480.000 euro).

Fonte Cineuropa

 

VEDI ANCHE

ATTORI

Ad