/ NEWS

Torna anche per questa 8ª edizione di Seeyousond International Music Film Festival (18 - 24 febbraio, Cinema Massimo MNC di Torino) la rassegna Rising Sound che con il sottotitolo Music Is The Weapon si fa portatrice del risvolto impegnato del festival dedicato a cinema e musica, mostrando come la musica possa essere un’arma potente per abbattere le barriere. 5 documentari (di cui 2 in anteprima italiana) raccontano i momenti in cui la musica è stata testimone e promotrice del cambiamento dei tempi e guardano al passato per non dimenticarlo e tenere salda l’attenzione sui rischi del presente

"Nel corso della storia, durante periodi di violenza, oppressione e censura, l’atto creativo è diventato un atto di sfida contro regimi militari o autocratici che da sempre mirano a distruggere le libertà umane fondamentali. - dichiara Juanita Apràez Murillo, curatrice della sezione - Con questa rassegna, accompagnati da storie potenti come quelle dei cinque film selezionati, affrontiamo un viaggio emotivo che serve a ricordarci ancora una volta di lottare, resistere e soprattutto non dimenticare mai il passato".

Rising Sound - Music is the weapon è uno scorcio sulla musica resistente, un affresco di quei cantori che hanno intriso di Storia la propria produzione e hanno a loro volta lasciato una traccia, come Caetano Veloso, protagonista del ritratto commovente e a tratti ironico in Narciso em férias / Narciso in vacanza (Brasile, 2020, 83’) di Renato Terra e Ricardo Calil. I grandi cambiamenti passano attraverso la rottura del velo d’indifferenza, dalla capacità di sentire proprie battaglie apparentemente distanti e prenderne parte con i mezzi a disposizione.

La rassegna presenta anche due anteprime italiane: Leave The Door Open (Turchia, 2021, 64’) di Ümran Safter e Si me borrara el viento lo que yo canto (Spagna, 2019, 89’) di David Trueba. Tutto italiano è invece DeAndré#DeAndré. Storia di un impiegato (Italia, 2021, 95’) della regista di Torino Roberta Lena, in cui Cristiano De André fa un omaggio musicale e personale al padre. Infine, c’è Soul Power (Stati Uniti, 2008, 93’) di Jeffrey Levy-Hinte che racconta Zaïre 74, il festival musicale che per tre notti a Kinshasa ha riunito i più grandi talenti del rhythm and blues d’America e i migliori artisti africani sullo stesso palcoscenico.

Il programma dell’ottava edizione di Seeyousound si completa con le sezioni competitive - dedicate a documentari e lungometraggi di finzione, cortometraggi e videoclip - LongPlay Doc e LongPlay Feature, 7Inch e Soundies e la rassegna Into the Groove, selezione eterogenea di titoli attraversati da una vena pop.

VEDI ANCHE

RASSEGNE

Ad