/ NEWS

Giovanna Ralli riceverà il premio alla Carriera nel corso della 67ma edizione dei Premi David di Donatello, che si svolgerà il 3 maggio a Cinecittà.

L'annuncio è stato dato da Piera Detassis, presidente e direttrice artistica dell'Accademia del Cinema Italiano - Premi David di Donatello, in accordo con il Consiglio direttivo composto da Francesco Rutelli, Carlo Fontana, Nicola Borrelli, Francesca Cima, Edoardo De Angelis, Domenico Dinoia, Valeria Golino, Giancarlo Leone, Luigi Lonigro, Mario Lorini, Francesco Ranieri Martinotti. Il riconoscimento sarà assegnato martedì 3 maggio durante la cerimonia, in diretta su Rai1 da Cinecittà, condotta da Carlo Conti con Drusilla Foer.

"Fu scritta per lei, romana de core, 'Domenica è sempre domenica', la canzone simbolo del musical Un paio d'ali, spiega Detassis. "Ma nel corso di una carriera multiforme, Giovanna Ralli ha messo la sua verve e l'impeto drammatico a servizio di grandi autori come Mario Monicelli, Ettore Scola, Roberto Rossellini, Vittorio De Sica, affiancando partner leggendari come Tognazzi, Totò, Vittorio Gassman, Mastroianni e Sordi. Le punte di diamante della sua filmografia, iniziata nel segno di Aldo Fabrizi, sono La vita agra di Carlo Lizzani, il personaggio dell'intramontabile Elide Catenacci in C'eravamo tanto amati, le divagazioni hollywoodiane per la regia di Blake Edwards e lo scandaloso ruolo di lesbica, a fianco di Anouk Aimée, nel film La fuga di Paolo Spinola, interpretato con coraggio nel 1964. Ralli è stata molte donne e tante protagoniste, declinando bellezza raffinata e tradizione trasteverina, brio e malessere moderno. Questo David alla Carriera festeggia il suo ritorno al cinema in Marcel!, l'atteso debutto alla regia di Jasmine Trinca".

Il Presidente ANICA Francesco Rutelli dichiara: “Il David alla carriera che sarà assegnato a Giovanna Ralli in occasione della 67ma edizione dei Premi David di Donatello è il premio per una vita dedicata al cinema e al suo profondo rapporto con il grande pubblico. L’unanime riconoscimento va a una donna che appartiene al popolo italiano ed è anche l’occasione per ricordare, con la sua interpretazione ne La vita agra, i centenari del grande regista Carlo Lizzani e dell’altro protagonista, l’impareggiabile Ugo Tognazzi”.

 

VEDI ANCHE

DAVID 2022

Ad