/ NEWS

Secondo i numeri del Rapporto 2022 di Univideo (l'associazione italiana che rappresenta gli editori audiovisivi), presentato da Gfk Italia nell'incontro a Cinecittà Il mercato audiovisivo italiano in ripresa da mass market a premium, emerge che il mercato Home Entertainment in Italia ha prodotto nel 2021 un giro d'affari di 176,8 milioni di euro. Una flessione pari al -14,7% rispetto al 2020 in particolare, un calo delle vendite dei supporti fisici nei canali tradizionali (-27,2%) ed in edicola (-38,1%). Da agosto, però, i numeri del mercato stanno progressivamente migliorando, anche grazie a un aumento dei nuovi titoli. Il segmento delle novità in particolare nella prima parte del 2022 è in crescita del 60%, grazie a un acquirente tipo sempre più evoluto: giovane e disposto a spendere per prodotti premium pur di non perdersi i propri film e serie tv preferiti.

Continua il predominio della fruizione in digitale, diventata definitiva nel lockdown del 2020, che con 107 milioni di euro arriva a pesare il 60,5% totale del comparto. Aumenta l'importanza dei prodotti premium, grazie anche alla crescita del 4K (+26,9% in valore) che arriva a pesare il 7,3% del valore della vendita del fisico nei canali tradizionali. Il prodotto audiovisivo fisico, seppur in progressivo calo negli anni, ha registrato una crescita del supporto 4k Ultra HD nell'ultimo anno: +26,9% in valore e +19,8% in volume, con circa 190 mila copie acquistate dai consumatori. 

VEDI ANCHE

HOME VIDEO

Ad