/ NEWS

Il grande compositore greco è scomparso a 79 anni: compose musiche per decine di film , vincendo l’Oscar per Momenti di Gloria nel 1981.

Pioniere dei sintetizzatori, ha musicato tantissimi capolavori tra cui Blade Runner (1982) e Il Bounty (1984), oltre alle musiche di documentari e serie tv. Evángelos Odysséas Papathanassíou, conosciuto semplicemente come Vangelis, è morto martedì scorso in un ospedale francese per le conseguenze del Covid. Aveva 79 anni.

A dare l’annuncio è stato il primo ministro greco Kyriakos Mitsotakis: «Vangelis Papathanassiou non è più con noi — ha twittato —. La Grecia perde un artista di caratura internazionale». Nato il 29 marzo 1943 vicino alla città di Volos, nella Grecia centrale, comincia a frequentare la scuola di musica di Atene all’età di 4 anni, benché affermerà di non aver mai imparato a leggere le note.

La sua carriera inizia nel 1963: suona musica pop e cover dei Beatles con la sua prima band, i Forminx, prima di incrociare un altro musicista greco, Demis Roussos, con il quale fonda gli Aphrodite’s Child. Quando il gruppo si scioglie nel 1972, Vangelis prosegue come solista.

L’uso di un brano dal suo 'Heaven and Hell' (1975) come tema per la serie di Carl Sagan Cosmos, in onda su Pbs, porta il suo nome e la sua musica alla ribalta in America. Nel 1980, realizza la colonna sonora di Momenti di gloria; due anni dopo, nel marzo 1982, vince l’Oscar per la migliore colonna sonora originale.

Dalla collaborazione con  Ridley Scott nascono le musiche di Blade Runner (1982), nelle cui note Vangelis riesce a catturare l’isolamento e la malinconia di Rick Deckard, il personaggio interpretato da Harrison Ford, e di 1492 - La conquista del paradiso (1992).

Sue anche le colonne sonore de Il Bounty (1984) di Roger Donaldson; di Luna di fiele di Roman Polanski, e La peste di Luis Puenzo (1992).

Negli anni Novanta, Vangelis realizza le musiche di numerosi documentari sottomarini per il regista francese Jacques Cousteau.

VEDI ANCHE

LUTTI

Ad