/ NEWS

La 12/a edizione del Social World Film Festival avrà come ospite d'onore Toni Servillo. A svelarlo, insieme ad altre novità della manifestazione, in programma dal 3 al 10 luglio a Vico Equense, è stata un'apposita conferenza stampa tenutasi all'Italian Pavilion di Cannes. Tra gli attori italiani più apprezzati all’estero, Servillo sarà ospite della cerimonia di apertura domenica 3 luglio quando riceverà il Golden Spike Award alla carriera e firmerà il Wall of Fame, il monumento al cinema che campeggia nel centro della città. Nel pomeriggio, inoltre, sarà protagonista di una masterclass di recitazione per studenti e aspiranti attori ed inaugurerà una retrospettiva a lui dedicata.

Diretto dal regista Giuseppe Alessio Nuzzo, il Social World Film Festival ha selezionato per il 2022 ben 121 opere tra lungometraggi, documentari e cortometraggi, tra cui 86 in anteprima, provenienti da 28 nazioni diverse dei cinque continenti, oltre a 348 titoli inseriti nel Mercato Europeo del Cinema Giovane e Indipendente. Nella sezione lungometraggi internazionali, oltre Magda del regista ucraino Danys Soboliev, in anteprima italiana, Le bruit des moteurs del canadese Philippe Gregoire, il giapponese Paper dream di Koichi Izuhara, Boxer Blood and Sweats del regista iraniano Nima Nadaf, e gli italiani The Grand Bolero di Gabriele Fabbro e Ero in guerra ma non lo sapevo di Fabio Resinaro.

Novità di quest’anno il Premio della Critica SNCCI - Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani, con una giuria formata da tre critici cinematografici grazie all’accordo con AFIC - Associazione Festival italiani di cinema, di cui il Social World è membro.

Grande spazio al cinema del passato e i suoi protagonisti: dai 100 anni dalla nascita di Pier Paolo Pasolini, ai 50 anni dall’uscita di Totò a colori, la cui prima scena fu girata proprio a Vico Equense, passando per Monica Vitti che oltre a campeggiare sulla locandina di quest'anno è anche al centro del volume "Monica, vita di una donna irripetibile" scritto e presentato proprio al festival da Laura Delli Colli, presidente del Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani.

VEDI ANCHE

CANNES 2022

Ad