/ NEWS

WICIP è il primo progetto di promozione internazionale del cinema italiano scritto, prodotto e diretto da donne, che prevede la presentazione di 5 film disponibili anche in versione accessibile ai non udenti e non vedenti. 

Dopo il primo evento in remoto dello scorso 7 marzo in collaborazione con ICFF - Italian Contemporary Film Festival di Toronto, i titoli scelti - Being my Mom di Jasmine Trinca, Corpo a corpo di Maria Iovine, Faith di Valentina Pedicini, La ragazza ha volato di Wilma Labate, Le sorelle Macaluso di Emma Dante - viaggeranno attraverso i continenti, portando il nostro cinema al femminile nel mondo, dall’Europa all’America del Sud e del Nord fino in Australia. 

Selezionato fra i Progetti Speciali del Ministero della Cultura, WICIP è ideato da Angela Prudenzi e Federico Spoletti e prodotto da L’Age d’Or in collaborazione con Sub-ti Access. Il progetto promuove il cinema italiano al femminile anche nel mondo accademico, con eventi destinati a studenti di varie università e scuole di cinema. Sono inoltre previste alcune proiezioni di classici, anch’essi in formato accessibile.

WICIP entra nel vivo grazie al primo evento in presenza, che si terrà il 25 giugno Londra al Garden Cinema in Covent Garden. L’evento è organizzato in collaborazione con Cinema Italia UK, l’istituzione londinese impegnata da tempo nella promozione del cinema italiano contemporaneo e dei classici. Il programma prevede la proiezione di Being My Mom, Faith La ragazza ha volato alla presenza della regista Wilma Labate.

Oltre ai film sono previsti due panel, parte integrante del progetto, centrati sui seguenti temi: 'Women equality in the Film Industry: Italian and British experiences' con la partecipazione di registe e produttrici italiane ed inglesi, moderato da Silvia Pavoni, giornalista di The Banker, e 'Accessible Filmmaking. How to make films accessible to anyone', con la partecipazione di registe che adottano la nozione di Accessible Filmmaking, utenti e rappresentanti di alcune associazioni di disabili sensoriali. Modera Elena Davitti, docente all’Università del Surrey e coordinatrice di progetti di ricerca internazionali legati all’accessibilità culturale.

VEDI ANCHE

DONNE

Ad