/ NEWS

Al via la 6a edizione del Festival Cinema d’ iDEA – International Women’s Film Festival, la manifestazione dedicata al cinema delle donne diretto da Patrizia Fregonese de Filippo, che si terrà a Roma dal 25 giugno al 1° luglio 2022 in due location diverse: al CineLab dell’Isola del Cinema (dal 25 al 27 giugno) e Il Cantiere (dal 28 giugno al 1° luglio).

Le madrine di quest’anno saranno le attrici Lidia Vitale e Blu Yoshimi.

Tante le novità di quest’anno, a partire dalla locandina della manifestazione, realizzata con alcune delle opere più famose del collettivo – tutto al femminile – di street artist Lediesis, che hanno deciso di collaborare con la manifestazione proprio per la comunione d’intenti che le lega al festival, partecipando con contributi speciali ed un’incursione a sorpresa.

Come al solito la kermesse si compone di una ricchissima selezione che spazia dai lungometraggi ai cortometraggi, ma anche presentazioni di libri e incontri che offrono la possibilità di riflettere e valorizzare il talento femminile. Cinema d’iDEA, infatti, è il primo festival internazionale di cinema di Roma dedicato interamente alle registe donne. L’obiettivo è da sempre quello di riequilibrare una grande mancanza nella società: lo sguardo delle donne, appunto. Così, ogni anno, si scoprono nuovi sguardi, persone, storie e territori purtroppo sconosciuti o invisibili.

Due le anteprime di questa edizione: la straordinaria opera prima dell’americana Kirsty Bell A Bird Flew In, un delicato ritratto corale, girato durante la pandemia, in cui delle storie diverse si intrecciano su un set cinematografico; l’attesissimo documentario Quant di Sadie Frost, dedicato alla rivoluzionaria icona mondiale Mary Quant che quasi sessant’anni fa inventò la minigonna – vero e proprio inno femminista.

Tra le punte di diamante di quest’anno: il raffinato documentario dell’iraniana Azadeh Bizargiti Woodgirls, che racconta la storia di due giovani e coraggiose donne iraniane che decidono di aprire una falegnameria, costantemente vessate e vittime di violenti pregiudizi. La regista interverrà con un videomessaggio perché impossibilitata ad uscire dal paese.

VEDI ANCHE

FESTIVAL

Ad