/ NEWS

Grande successo per il primo weekend della Mostra Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro che ha inaugurato sabato 18 un'edizione libera dalle restrizioni sanitarie tra cui il distanziamento. Il pubblico ha risposto positivamente riempiendo l’arena di piazza del Popolo, le sale del festival e il cinema in spiaggia. La proiezione in apertura di E.T. l’extra-terrestre di Steven Spielberg in occasione del 40° anniversario ha richiamato in piazza oltre 1.000 persone, mentre il selfie con E.T., presente fisicamente a Pesaro per tutta la settimana, è stata l’attrazione del giorno.

Abel Ferrara ha presentato il suo film Pasolini per omaggiare, nel centenario della nascita, la figura dell’intellettuale così vicino alla Mostra. Tanta affluenza anche per i primi titoli della retrospettiva dedicata a Mario Martone.

Pedro Armocida, direttore del Festival, commenta: "Sono molto contento per questa accoglienza da parte del pubblico in un'edizione che ha ritrovato una socialità normale, non c’è niente di più significativo che vedere le sale gremite per dare un senso al lavoro di un anno di decine di persone".

E' partito l'omaggio a Jonas Mekas, il grande cineasta lituano naturalizzato statunitense, noto per i suoi film sperimentali e considerato il padre del New American Cinema, ricordato nel centenario della nascita.

Il concorso Pesaro Nuovo Cinema propone lunedì 20 giugno Festina Lente (Francia/Tunisia, 2021) di Baya Medhaffar, alla presenza della regista, A Weave of Light (Paesi Bassi, 2021) di Bram Ruiter, ospite in sala, e La Nave (Colombia, 2021) di Carlos Maria Romero.

Il focus dedicato ad Anna Marziano apre le porte della Sala Pasolini dove saranno proiettati alcuni dei lavori della regista: La Veglia (Italia, 2010), Al di là dell’uno (Francia/Italia/Germania, 2017, 53') e Tutto qui (Francia/Italia, 2022), alla presenza della regista e dei curatori Rinaldo Censi e Federico Rossin.

Sempre in Sala Pasolini iniziano le Lezioni di Storia, Per una storia del cinema post-coloniale, con le proiezioni di Fatma 75 (Tunisia, 1976) di Selma Baccar e La Zerda et les chants de l’oubli (Algeria, 1982) di Assia Djebar, alla presenza del curatore Federico Rossin.

Per la sezione Cinema in Piazza di lunedì 20, dopo il videoclip della sezione Vedomusica Non ti perdo mai di Ditonellapiaga per la regia di Priscilla Santinelli e, sarà proposto Maestrale di Nico Bonomolo. Il regista Premio David di Donatello 2022 per il miglior cortometraggio sarà ospite della serata. A seguire un omaggio a Monica Vitti con la proiezione della versione integrale (152 minuti) restaurata di Polvere di stelle di Alberto Sordi. La Vela incantata - cinema in spiaggia, presso i Bagni Agata, proietterà alle 21.30 La vita agra (Italia, 1964) di Carlo Lizzani.

Martedì 21 giugno in concorso Staging Death (Austria, 2022, 8’) di Jan Soldat, Les Images qui vont suivre n’ont jamas existé (Francia, 2022) di Noé Grenier, ospite in sala e Language of Birds (Francia, 2022) di Érik Bullot, alla presenza del regista. In Piazza del Popolo, dopo la proiezione delle 21.30 del videoclip Tuo padre, mia madre, Lucia di Giovanni Truppi e diretto da Francesco Lettieri, la Mostra celebra la giornata della musica 2022 con "Io scrivo musica" - omaggio Riz Ortolani a cura della Scuola di Jazz del Conservatorio Rossini con l’orchestra e i cantanti del Conservatorio Rossini diretti da Daniele Rossi. La tragedia di un uomo ridicolo (Italia, 1981) di Bernardo Bertolucci, per omaggiare il centenario di Ugo Tognazzi, sarà il film proiettato alle 21.30 in spiaggia a La Vela incantata.

Tutte le informazioni sono sul sito www.pesarofilmfest.it e sui canali social ufficiali: Facebook, Instagram, Twitter  

VEDI ANCHE

PESARO 2022

Ad