/ NEWS

8mila ore di programmazione streaming, questo l’annuncio e la promessa di Paramount+, piattaforma attesa a settembre anche nel nostro Paese.

L’offerta dello streaming, già massiccia e plurale - da Netflix, a Now TV, Amazon Prime Video, Disney Plus, oltre a Apple TV Plus, Discovery+, Mubi, Dazn, Timvision – si amplia e “parla” italiano, infatti il lancio annuncia progetti Originals Made in Italy: Circeo di Andrea Molaioli, serie prodotta da Cattleya in collaborazione con VIS, Paramount+ e RAI Fiction, sul caso di cronaca del ’75 (già soggetto de La scuola cattolica di Stefano Mordini): protagonisti sono Greta Scarano con il personaggio di Teresa Capogrossi, legale impegnata nella battaglia per la riforma della legge sulla violenza sessuale, che prenderà le difese di Donatella Colasanti, (interpretata dalla giovanissima Ambrosia Caldarelli). Una certezza della narrazione audiovisiva pop, Ivan Cotroneo, sarà su Paramount+ con 14 Giorni, già presentato allo scorso TorinoFF, storia di una coppia (sulla scena e nella vita), Marta (Carlotta Natoli) e Lorenzo (Thomas Trabacchi), che, costretta a condividere casa forzatamente in questo contesto affronta tutte le sfumature di una crisi sull’orlo dell’esplosione. Ancora, la serie Corpo Libero, dall'omonimo libro di Ilaria Bernardini e ambientata nel mondo della ginnastica artistica - una coproduzione Indigo Film e Network Movie, in coproduzione con ZDFneo, in collaborazione con Rai Fiction e Paramount+: il progetto è anche l'esordio alla regia di fiction di Cosima Spender e Valerio Bonelli, già autori della docuserie SanPa. L’attesa dello sbarco in Italia dell’offerta si ravviva ulteriormente anche nella prospettiva di un futuro imminente: per il 2023 infatti è annunciata Miss Fallaci, prodotta da VIS e Minerva Pictures in associazione con Red String, ironico e irriverente racconto delle esperienze giornalistiche di una Fallaci giovane reporter tra New York e Hollywood a fine Anni '50. E, altro biopic, sarà Bosé, sei puntate sulla vita di Miguel, cantante e attore spagnolo.

"Un'offerta forte e strutturata composta di cinema, serie, prodotti originali di MTV, grandi titoli per bambini e famiglie che fanno capo a Nickelodeon e documentari che si rivolge a un pubblico vasto ed eterogeneo facendo leva su prestigiosi Paramount+ Original", commenta Jaime Ondarza, anche Head of Streaming Southern Europe, Latin America, Middle East & Africa.

Non solo progetti italiani ma anche Paramount+ Original sono attesi dal pubblico: Tulsa King, crime drama con Sylvester Stallone nel ruolo di un boss mafioso. 1932, prodotta da MTV Entertainment Studios e 101 Studios, una serie incentrata sulla famiglia Dutton durante il proibizionismo e la Grande Depressione: protagonisti Helen Mirren e Harrison Ford. The Offer, con Miles Teller e Juno Temple, che porta gli spettatori nel dietro le quinte de Il Padrino. La serie western firmata Taylor Sheridan 1883, prequel di Yellowstone; ancora Grease: Rise Of The Pink Ladies, prequel del celebre lungometraggio Grease, basato sull'omonimo musical. Nel corso dell'autunno sono attesi anche lo spy drama Rabbit Hole, 8 puntate con protagonista Kiefer Sutherland, maestro dell'inganno nel mondo dello spionaggio aziendale; First Lady, con Viola Davis, nei panni di Michelle Obama, Michelle Pfeiffer che interpreterà Betty Ford e Gillian Anderson che invece vestirà i panni di Eleanor Roosevelt. Tra gli altri contenuti Showtime anche American Gigolò - La Serie, dall’omonimo film interpretato da Richard Gere; ancora l’acclamata Halo. Inoltre, garantiti i contenuti globali propri del gruppo Paramount, tra cui Scream e il franchise Star Trek, South Park, gli MTV Shores, e i contenuti per i più piccoli: SpongeBob, PAW Patrol.

Aspettando settembre 2022 e l’arrivo di Paramount+ nel nostro Paese, la prospettiva dello streaming guarda già al 2025 per un’altra piattaforma: Hbo Max.

VEDI ANCHE

PIATTAFORME

Ad