/ NEWS

Continua la polemica di Mike Tyson contro i produttori di Mike, miniserie in 8 episodi che uscirà su Hulu il 15 agosto e in Italia su Disney + l’8 settembre. "Non lasciatevi ingannare da Hulu. – ha scritto senza mezze misure l’ex pugile sui suoi social - Non sono d’accordo con la loro storia sulla mia vita. Non è il 1822, è il 2022. Hanno rubato la storia della mia vita e non mi hanno pagato. Per i manager di Hulu sono solo un ne**o che possono vendere all'asta. Hulu è la versione streaming del proprietario di schiavi.".

A interpretare Tyson nella serie è Trevante Rhodes, al suo fianco troviamo Harvey Keitel nel ruolo dell'allenatore di Tyson, Cus D'Amato, Laura Harrier che interpreta l’attrice Robin Givens, prima moglie dello sportivo, Russell Hornsby nei panni del promoter Don King, e Li Eubanks nel ruolo di Desiree Washington, la giovane che ha accusato di stupro il pugile.

"Volevamo raccontare una storia in modo obiettivo e sarà il pubblico a decidere cosa pensare o provare. – ha dichiarato recentemente lo showrunner di Mike, Karen Gist - L'obiettivo è mettere alla prova ciò che le persone pensano di sapere su Mike e sperare che alla fine abbiano qualcosa in più su cui pensare. Che si apprezzi o che si odi, questa storia vi porta a chiedervi quanto la società sia stata complice? Quella era l'intenzione, il punto di riferimento degli autori mentre stavamo delineando le storie".

VEDI ANCHE

SERIE TV

Ad