/ NEWS

Wyethe Smallish, 24 anni, nata con la passione per il disegno, porta questo suo talento verso le figure femminili, e in particolare tra quelle più famose, ovvero le principesse e le eroine Disney, apportando alle filiformi figurine originali un “refresh” che le propone con forme più floride e rotondità esplicite, più prossime a canoni realistici che non a una perfezione che fa eccezione. "Quando un solo tipo di corpo è accettato come norma, scegliamo le qualità speciali che ci rendono tutti diversi e iniziamo a guardarle negativamente”: una rappresentazione, quella scelta dall’illustratrice, che permette anche di “guarire l'immagine interiore di sé", ha dichiarato a “BuzzFeed”.

Wyethe, che proviene da una famiglia di illustratori, attualmente frequenta una scuola d'arte, al Milwaukee Institute of Art and Design, e la sua area di studio è l'illustrazione e il design della comunicazione: la sua proposta originale la sta mettendo in contatto con milioni di persone via social.

Le lievi modifiche che Wyethe apporta alle figure femminile disneyane stanno permettendo alle donne di comprendere ancor di più quanto la società abbia plasmato l’idea del concetto di corpo, tesa ad un canone spesso distante dalla genetica e dalla “normalità” che appartiene alla più parte di noi esseri umani, femmine e maschi. "Come molte persone, ho lottato con l'immagine di me stessa e un'alimentazione disordinata, probabilmente fin dall'età di 10 anni. Ho usato la mia arte per imparare ad amare il mio corpo così com'è", ha continuato Wyethe.

"Ho iniziato con Cenerentola e, una volta che l'ho disegnata, ho avuto una risposta emotiva inaspettata. Ho sentito un senso di conforto e lei mi sembrava così reale. Da piccola, vedere una Cenerentola così avrebbe avuto un enorme impatto su di me, con quella vita proporzionata e le braccia più piene!". Dopo aver disegnato Cenerentola e conquistato circa 3 milioni di persone attraverso il web, Wyethe ha continuato a disegnare sempre di più e un commentatore ha scritto: "Stavo per dire qualcosa sulla rappresentazione delle taglie forti, ma onestamente questa è solo una taglia media! La Disney ci fa sentire come se la media fosse grassa".

VEDI ANCHE

ANIMAZIONE

Ad