/ NEWS

È morto ieri sera a 88 anni Douglas Kirkland, uno dei più grandi e ricercati fotografi del mondo del cinema e dello spettacolo. Un artista leggendario, testimone unico dello star system hollywoodiano e, non ultimo, grande amico del cinema italiano. Nato a Toronto nel 1934, è spirato serenamente nella sua casa di Los Angeles dove viveva con la moglie e sodale di professione, Françoise.

Noto ai lettori di mezzo mondo, Kirkland sfondò ancora molto giovane nel settore con quello che resta impresso come uno dei servizi fotografici più memorabili del‘900: realizzato a 24 anni, il set di 55 immagini realizzato per Look Magazine chiuso in una stanza con Marylin Monroe, avvolta da semplici lenzuola bianche.

Un servizio che era già cifra del lavoro successivo di Kirkland, e che lo avrebbe poi proiettato tra i principali fotografi di ‘Life’: Marylin nelle foto è complice, si dà allo sguardo disarmata, seducente, vera. Una complicità che Kirkland ha ottenuto e restituito con tutti i suoi personaggi immortalati, in una carriera prolificissima: con oltre 2000 incarichi, oltre 600 celebrità fotografate, e le visite speciali sui set di film incredibili.

Solo per citarne da una lista di 150: 2001 Odissea nello Spazio, New York, New York, Titanic, La febbre del sabato sera, Moulin Rouge!, Novecento,  La mia Africa.

Intenso il suo rapporto con il nostro cinema, specialmente grazie alla collaborazione con Cinema Italian Style, la rassegna organizzata da Cinecittà che ogni anno porta il meglio della nostra produzione a Los Angeles e lancia la campagna del film italiano in corsa agli Oscar, in occasione del quale i talents italiani venivano immortalati in un abituale evento nella villa di Kirkland. Una memoria che resta a incorniciare il profondo rapporto tra il nostro cinema e quello statunitense. Il sodalizio con Cinecittà è stato poi coronato da due importanti mostre: nel 2014 “Douglas Kirkland: A Life in Pictures” a Venezia, in collaborazione con Vanity Fair, che portava i ritratti di 50 grandi star americane (Marilyn Monroe, Marlene Dietrich, Brigitte Bardot, Warren Beatty, Salma Hayek, Nicole Kidman, John Lennon, Susan Sarandon, Elizabeth Taylor e Raquel Welch…) e 30 attori italiani (tra i quali Monica Bellucci, Raoul Bova, Pierfrancesco Favino, Isabella Ferrari, Beppe Fiorello, Giovanna Mezzogiorno, Laura Morante).

E nel 2017 la mostra-evento sempre organizzata da Cinecittà, con il supporto di Mastercard, al MAXXI di Roma, “Douglas Kirkland – Fermo Immagine”, corredata da una preziosa pubblicazione contenente una sezione dedicata agli artisti italiani contemporanei.

 

VEDI ANCHE

OBITUARY

Ad