/ NEWS

Avatar - La via dell’acqua alla sua terza settimana in sala continua a volare al Box Office (non solo italiano…) con un altro fine settimana da record con ben 5 milioni di euro e più di mezzo milione di spettatori (e la migliore incredibile media per cinema di 8.560 euro) per un incasso totale di 29,1 milioni e 3,3 milioni di spettatori. Tra oggi e domani il film diretto da James Cameron e distribuito da Disney supererà i 30,3 milioni di Avengers: Endgame del prepandemico 2019 e si confronterà direttamente con i 37,5 milioni di Il Re Leone, sempre del 2019, posizionandosi dunque tra i maggiori incassi assoluti degli ultimi anni.

L’altra buona notizia, oltre ai dati generali del weekend con 10.329.947 euro di incasso (+44% rispetto a a quello precedente e +61,9 rispetto allo scorso anno), 1.315.813 presenze in 3.086 schermi, vede quattro film italiani nella parte centrale della classifica.

Il grande giorno di Massimo Venier con Aldo, Giovanni e Giacomo è sempre secondo e continua a trovare il favore del grande pubblico che, alla seconda settimana e con un evidente passaparola positivo, lo premia con altri 1,6 milioni di euro e 230mila spettatori portandolo a un totale di 4,8 milioni avvicinandosi così al sorpasso di La stranezza di Roberto Andò, anch’esso distribuito da Medusa, che è ancora il maggior successo dal marzo 2020 con 5,4 milioni.

Anche Le otto montagne con Alessandro Borghi e Luca Marinelli (Vision Distribution) beneficia del passaparola e, saldo al terzo posto, conquista altri 900mila euro per un totale di 2,2 milioni. Ottimo esordio per Tre di troppo distribuito da Warner, seconda prova registica di Fabio De Luigi che ne è anche il protagonista con Virginia Raffaele, al quarto posto con quasi centomila spettatori e più di 700mila euro. Mentre non convince appieno I migliori anni, il film a episodi distribuito da Vision e diretto a quattro mani da Massimiliano Bruno e Edoardo Leo, che, al suo esordio nella giornata del primo gennaio, si ferma al settimo posto con 32mila spettatori, 241mila euro di incasso e una media per cinema di 793 euro ossia, per capirci, la metà di quella del film di De Luigi che però ha beneficiato di qualche proiezione in più il 31 dicembre.

Fuori classifica, al dodicesimo posto, l’altro esordio tutto italiano, Charlotte M. - Il film Flamingo Party, diretto da Emanuele Pisano e prodotto e distribuito da Notorius, che, nonostante sia stato costruito sulla sua protagonista amata dai teenager, la influencer da milioni di click su YouTube Charlotte M., porta al cinema in due giorni solo 6.500 persone per 45mila euro di incasso e una media per cinema di 184 euro.

Ecco la Top Ten con in grassetto gli esordi del fine settimana. Dati: Cinetel.

1. Avatar - La via dell’acqua: 5.033.052 euro/564.548 spettatori; 588 schermi/8.560 media per cinema; totale 29.161.814

2. Il grande giorno: 1.646.215 euro/230.460 spettatori; 612/2.690; tot. 4.852.562

3. Le otto montagne: 888.374 euro/124.238 spettatori; 472/1.882; tot. 2.244.016

4. Tre di troppo: 707.843 euro/98.387 spettatori; 420/1.685; tot. 708.157

5. Il gatto con gli stivali 2 - L’ultimo desiderio: 579.035 euro/84.798 spettatori; 415/1.395; tot. 4.161.143

6. The Fabelmans: 504.557 euro/72.201 spettatori; 468/1.078; tot. 1.489.124

7. I migliori anni: 241.070 euro/32.886 spettatori; 304/793; tot. 241.070

8. Whitney - Una voce diventata leggenda: 217.410 euro/30.371 spettatori; 321/677; tot. 715.201

9. L’ispettore Ottozampe e il mistero dei misteri: 96.519 euro/ 14.014 spettatori; 281/343; tot. 96.519

10. Ernest e Celestine - L’avventura delle 7 note: 49.155 euro /7.747 spettatori; 196/251; tot. 135.194

VEDI ANCHE

BOX OFFICE. L'ANALISI

Ad