/ ARTICOLI

A. SordiNasce un nuovo premio di cinema, riservato alle sceneggiature, e dedicato ad Alberto Sordi a due anni esatti dalla scomparsa. Nasce per iniziativa di Felice Laudadio, già tra i fondatori del Premio Solinas nel 1985, è diretto da Lorenza Micarelli e nella giuria presieduta da Ettore Scola ci sono, per questa prima edizione, Gianluca Arcopinto, Giorgio Arlorio, Franco Bernini, Wilma Labate, Eros Puglielli, Gianluca Tavarelli e Chiara Tozzi, oltre allo stesso Laudadio. In palio 20.000 € con la possibilità di un solo ex aequo; una menzione da 5.000 € e l'eventuale segnalazione di script meritevoli di attenzione. Un comitato di garanti, formato da produttori, sceneggiatori e registi, si darà da fare perché i soggetti più interessanti possano diventare film.

 

Forte struttura narrativa, attenzione agli aspetti sociali, politici e di costume, ambientazione romana sono titoli preferenziali per i candidati che potranno inviare i propri lavori entro il 5 giugno 2005 (il bando di concorso potrà essere richiesto alla mail: info.cdc@palaexpo.it). A fine novembre si conosceranno i vincitori.

 

"Un premio per sceneggiature dedicato a un attore non deve stupire: Alberto leggeva infatti con attenzione i copioni e spesso faceva qualche cambiamento", ha spiegato Scola. Mentre Chiara Tozzi, sceneggiatrice e terapeuta, ricorda quanto Sordi fosse attento a rappresentare le psicologie e i caratteri dei suoi personaggi. Secondo la fedele press agent Paola Comin, infine, "questo premio l'avrebbe fatto felice; lui che leggendo una sceneggiatura non si chiedeva se avrebbe fatto ridere ma se avrebbe rispecchiato la società italiana".

Sostenuto dalla Casa del Cinema per le spese organizzative, il premio è alla ricerca di generosi sponsor privati, mentre si è preferito non chiedere un aiuto economico alla sorella dell'attore.

VEDI ANCHE

NEWS

Ad