/ ARTICOLI

Un festival low budget - un milione e 300mila euro Iva compresa il costo complessivo - tiene a sottolineare Felice Laudadio ideatore e direttore del Bif&st che per la 5° edizione che si apre, come tradizione, al Teatro Petruzzelli con l’anteprima italiana di Noah di Darren Aronofsky con Russell Crowe. Tra gli altri 7 titoli delle Anteprime internazionali: War Story di Mark Jack e nel cui cast figurano Vincenzo Amato e Donatella Finocchiaro; The Grand Budapest Hotel di Wes Anderson, forse presentato dalla costumista Milena Canonero; The Invisible Man diretto e interpretato da Ralph Fiennes; in chiusura Fading Gigolo di John Turturro che ne è anche il protagonista insieme a Woody Allen.
Tra i 12 titoli di Panorama Internazionale, valutati da una giuria presieduta da Francesco Bruni e inediti in Italia, c’è il paranormal thriller Controra di Rossella De Venuto e la coproduzione Polonia-Svezia-Italia Onirica: Field of Dogs di Lec Majewski, una visionaria rilettura contemporanea della “Divina Commedia”.

Una giuria espressa dal Sindacato critici cinematografici assegnerà i premi di ItaliaFilmFest/Lungometraggi (non opere prime o seconde), 11 titoli nazionali in concorso a cui s’affianca il tributo a Carlo Mazzacurati con la proiezione del suo ultimo lavoro, La sedia della felicità. Una giuria del pubblico, guidata da Giuliano Montaldo, premierà il miglior titolo di ItaliaFilmFest/Opere prime e seconde.
Il Concorso Documentari - cui ha contribuito per la preselezione Maurizio Di Rienzo - avrà una giuria del pubblico, presieduta dal critico Achille Bonito Oliva (leggi la news). 16 sono invece i cortometraggi di ARCIPELAGO/ConCorto, selezionati da Stefano Martina e valutati da una giuria con a capo il produttore Nicola Giuliano.

Vasto e ricco di proposte è l’omaggio al grande attore di cinema, teatro e tv Gian Maria Volonté a 20 anni dalla scomparsa (6 dicembre 1994), già presentato da CinecittàNews qualche settimana fa.

Con la copia di Hiroshima mon amour, restaurata dalla Cineteca di Bologna, verrà omaggiato il regista Alain Resnais, morto da poco. Massimo Troisi, a 20 anni dalla scomparsa, verrà ricordato con: le lezioni di cinema del compositore Luis Bacalov e del regista Michael Radford; il focus di Ettore Scola, con il produttore Mauro Berardi, che lo ha diretto ben tre volte e la proiezione di Morto Troisi, Viva Troisi!, mediometraggio trasmesso da Rai 3 edi cui fu protagonista accanto a Benigni, Arena e Verdone. Ricordo anche di Carlo Lizzani con il corto Partigiano Carlo di Roberto Leggio, si tratta dell'ultima intervista del regista.

Sorrentino, Castellitto, Cristina Comencini, Bacalov, Radford, Gregoretti e Camilleri riceveranno i Fellini Platinum Award e terranno lezioni di cinema al mattino al Teatro Petruzzelli.
Tra gli Eventi speciali è in programma Andrea Camilleri. Io e la Rai di Alessandra Mortelliti, un’approfondita intervista , prodotta dalla Palomar, in cui lo scrittore siciliano ripercorre la sua lunga esperienza in Rai.
Officina Puglia presenta tra le numerose proposte pervenute da autori pugliesi, Pratapapumpapapumpa di Cosimo Damiano, un doppio omaggio all’incontro tra Matteo Salvatore, padre del folk, e Lucio Dalla.

Valeria Golino, Giuseppe Battiston, Barbora Bobulova, Isabella Ferrari, Edoardo Leo, Alessandra Roja, Elio Germano sono i protagonisti di Focus su…, una serie di incontri curati da Franco Montini, presidente del Sncci.
Bellezza, natura e cinema così s’intitola la sezione autonoma  di documentari organizzata in collaborazione con il Parco dell’Alta Murgia.
Previste anche due tavole rotonde: una sulla promozione all’estero del cinema italiano organizzata dal SNGCI con la partecipazione di Nicola Borrelli, Dg Cinema-MiBACT; l’altra intitolata “La critica cinematografica è morta! Viva la critica cinematografica!” organizzata dal Sncci.

VEDI ANCHE

BARI 2014

Ad